La Cancellieri e la Calabria, un ricordo che non si cancella

19 aprile 2013 ore 12:36, Domenico Naso
La Cancellieri e la Calabria, un ricordo che non si cancella
Si ricompatta il centrosinistra sul nome di Romano Prodi, ma ora è a destra che crescono piccoli dissapori. Dopo la convergenza del Pdl sul nome di Annamaria Cancellieri, proposto da Scelta Civica, serpeggia il malumore dei parlamentari calabresi del partito di Silvio Berlusconi.
Il motivo è semplice: Annamaria Cancellieri è il ministro dell’Interno che ha sciolto per infiltrazioni mafiose il consiglio comunale di Reggio Calabria, provocando l’ira funesta del governatore Giuseppe Scopelliti, ex sindaco della città, e la levata di scudi di tutto il centrodestra, secondo cui non c’erano elementi validi per procedere allo scioglimento. Si preannuncia qualche franco tiratore dentro il Popolo della Libertà, dunque, e pare che in questi minuti la pattuglia calabrese guidata dallo stesso Scopelliti, presente in qualità di Grande Elettore, stia esprimendo la propria contrarietà al gruppo dirigente del partito. Dopo gli psicodrammi del Pd sembra poca cosa, ma anche nel Pdl cominciano a sentirsi i primi scricchiolii...
autore / Domenico Naso
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]