Serie A, scatta il turnover. Stasera Napoli-Bologna: fuori Koulibaly e Insigne?

19 aprile 2016 ore 11:16, Andrea De Angelis
Non c'è turno infrasettimanale che si rispetti senza un massiccio turnover. Specialmente quando i punti valgono doppio (siamo ormai alla quintultima di campionato) è fondamentale dosare al massimo le energie. 

Così Roma e Inter sembrano rinunciare a Jovetic e Dzeko per le gare di domani, ma anche in casa Juventus potrebbe esserci qualche novità di formazione. Prima di passare alle gare di domani, concentriamoci sull'anticipo odierno che vedrà in campo Napoli e Bologna. Per i partenopei ormai il sogno scudetto è svanito: tre punti nelle ultime tre gare hanno decretato la fine della rincorsa alla Juventus che ora ha nove lunghezze di vantaggio sulla seconda. Un vantaggio che, Paris Saint Germain a parte, non ha eguali in Spagna, Germania o Inghilterra (nella Liga, in particolare, le prime tre sono racchiuse in un solo punto). 
Il Napoli, però, ha ancora molto da dire al suo campionato. In particolare deve evitare il sorpasso ai suoi danni della Roma che significherebbe preliminare di Champions League. Per questo la gara di questa sera contro un Bologna che non sa più vincere, ma capace di bloccare nell'ultimo mese Juventus e Roma, ha un peso specifico importante. 
Sarri, idolo dei tifosi partenopei, proprio questo mese è stato rimproverato di fare poco turnover. Higuain a parte (rientrerà alla prossima giornata e sarà nuovamente sostituito da Gabbiadini), potrebbero allora esserci delle novità, diciamo una per reparto. Dietro possibile panchina per uno dei due centrali, con Koulibaly e Albiol pronti a lasciar spazio a Chiriches e Regini (non insieme, però). A centrocampo Hamsik potrebbe rifiatare, al suo posto si scalda El Kaddouri. Infine davanti spazio a Mertens dal primo minuto al posto di uno tra Insigne (più possibile) e Callejon (che prima o poi, però, dovrà riposare). 

Serie A, scatta il turnover. Stasera Napoli-Bologna: fuori Koulibaly e Insigne?
Venendo alle altre squadre, Allegri dovrà scegliere se sostituire l'infortunato Marchisio (stagione finita per lui, compresi purtroppo gli Europei) con Lemina o Hernanes. Possibile che Lichsteiner tiri il fiato lasciando spazio a Padoin (in goal domenica con il Palermo), mentre davanti uno tra Dybala e Mandzukic dovrebbe sedere in panchina per far giocare dal primo minuto Zaza (squalificato invece Morata). 
Tanti i dubbi anche per Roma e Inter. I giallorossi, impegnati in casa contro il Torino, potrebbero non rischiare Pjanic, acciaccato e diffidato. Al suo posto Keita. Davanti nuova panchina per Dzeko, dal primo il tridente formato da El Shaarawy, Perotti e Salah, con quest'ultimo che però di recente non ha mai tirato il fiato. 
Infine l'Inter. Icardi "ha preso una botta", come riferito da Mancini in conferenza stampa. Considerando che anche Jovetic potrebbe riposare, crescono le possibilità di rivedere dal primo minuto Palacio e soprattutto Eder, i cui goal sono attesissimi dai tifosi nerazzurri. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]