Corruzione in corsia: valgono 6 miliardi le frodi nella sanità

19 febbraio 2016 ore 8:00, Adriano Scianca
Corruzione in corsia: valgono 6 miliardi le frodi nella sanità
La sanità è una vera fonte irresistibile di attrazione per i corrotti di ogni risma, tant'è che le frodi nel settore varrebbero ben 6 miliardi l'anno. Lo rende noto il Censis, annunciando per il prossimo 6 aprile la prima Giornata nazionale per promuovere trasparenza e difendere il Servizio sanitario nazionale (Ssn). Secondo quanto reso noto dal Censis “almeno 6 miliardi di euro, cioè più del 5% della spesa sanitaria pubblica, sono le risorse distolte dai servizi sanitari a causa della corruzione e delle frodi. Tra gennaio 2014 e giugno 2015 la Guardia di finanza ha scoperto frodi e sprechi che hanno prodotto un danno erariale di 806 milioni di euro pari al 14% del danno erariale complessivo”. 

Del resto il 54% degli italiani è convinto che la sanità nel nostro Paese sia corrotta. È un dato che ci pone al 69° posto nel ranking del Global Corruption Barometer, che classifica 107 Paesi del mondo. Sono poi circa 2 milioni gli italiani che ammettono di aver pagato una “bustarella” per ricevere favori in ambito sanitario. Secondo lo studio sulla corruzione nel sistema sanitario in 206 regioni europee del Quality of Government Institute di Göteborg, la più trasparente è la finlandese Aland e nessuna Regione italiana si trova tra le 10 più virtuose. La meglio piazzata è Trento, al 39° posto, seguita da Bolzano al 42°, mentre le due Regioni percepite dalla popolazione come maggiormente corrotte sono la Puglia, al 189° posto, e la Calabria, al 191°. 

In quest'ottica, è stato avviato il progetto “Curiamo la corruzione” (www.curiamolacorruzione.it), sostenuto dalla Siemens Integrity Initiative. Il progetto promuove una maggiore trasparenza, integrità e responsabilità individuale e collettiva nella sanità attraverso attività di ricerca, iniziative di formazione e comunicazione sul territorio, sensibilizzazione dei decisori pubblici e privati, sperimentazione di misure anticorruzione nelle strutture sanitarie pilota di Bari, Melegnano, Siracusa e Trento.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]