Social per il business, chi sono le 5 startup italiane che Facebook aiuterà con FbStart

19 febbraio 2016 ore 10:30, Lucia Bigozzi
Facebook investe sull’Italia. Lo fa puntando su cinque startup che fanno parte del progetto di Luiss Enlabs (l’acceleratore di startup capitolino nato dalla joint venture tra EnLabs, società della holding di partecipazioni quotata LVenture Group, e l'Università Luiss Guido Carli), con il suo programma di supporto denominato FbStart, lanciato nel 2014. L’obiettivo del colosso di Zuckerberg è guidare le giovani aziende ad un utilizzo strategico della piattaforma finalizzato a implementare il business. Tre mesi di affiancamento e supporto, è il canovaccio attraverso il quale connettere le potenzialità del web e in particolare le piattaforme social al mondo dell’imprenditoria. Una sinergia produttiva che punta alla massima espressione delle potenzialità di ogni singola start up. 

Sono cinque le “stelle” su cui Facebook mette la sua fiches. Eccole in rapida sequenza. Karaoke One, è l’app per mobile che applica, appunto, le performance e il divertimento del karaoke in un’attività condivisa sui social network. Tutto è funzionale al gioco e alla connessione tra appassionati del genere. Per gli inguaribili amanti dei game social, c’è Nextwin, e qui la condivisione è focalizzata sui pronostici sportivi. In pratica, il programma consente agli utenti di giocare le proprie schedine tramite monete virtuali (nextcoins) e concorrere con gli altri sulla base dei propri pronostici per poi essere votati dalla community e aggiudicarsi dei premi. Gli studenti potranno incontrarsi su Tutored, la piattaforma social pensata per gestire e organizzare al meglio la propria esperienza universitaria e prenotare altri studenti come tutor. Per chi è amante dei fumetti c’è Verticomics, l’app che dà la possibilità di acquistare e leggere, su qualunque dispositivo informatico, i titoli considerati più in voga adattandoli in formato digitale lungo l’asse verticale. Foto a go go con Whoosnap, l’app che dà la possibilità di richiedere foto di un luogo specifico o di un evento in tempo reale, inviando una notifica agli utenti localizzati nelle vicinanze che possono a loro volta girare l’immagine desiderata ricevendo in cambio un premio. 

La partecipazione è incentrata su caratteristiche comuni a queste iniziative: l'essere startup consumer oriented con un forte elemento mobile e una aggressiva strategia di acquisizione utenti su Facebook. Non solo: con il primo evento live (FbStart tour) in Italia dedicato al programma FbStart, che si è tenuto a Roma nella sede del cosiddetto acceleratore, Facebook ha avviato il percorso di affiancamento online delle startup selezionate. Con un investimento complessivo di 100 milioni di dollari a livello internazionale che finora ha reso possibile il sostegno di oltre settemila imprese che girano nel mondo dell’app mobile. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]