Sfogo di Gigi D'Alessio senza nome sull'ambulanza donata: protocollo o atto intimidatorio?

19 gennaio 2016 ore 10:05, Marta Moriconi

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo: "Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, altrimenti non avrete ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli. Quando dunque fai l'elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade per essere lodati dagli uomini. In verità vi dico: hanno gia ricevuto la loro ricompensa. Quando invece tu fai l'elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti segreta". Dunque anche la beneficenza andrebbe fatta in segreto secondo Gesù Cristo. Il problema è che il clamore questa volta è scoppiato perché il cuore di Gigi D'Alessio si è sentito ferito. Non certo per interesse sia chiaro. Il cantante neomelodico ha sollevato un'aspra critica contro chi ha "nascosto il mio nome dall’ambulanza pediatrica che abbiamo donato all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano dopo il concerto di beneficenza del 6 settembre scorso alla Reggia di Caserta davanti a più di 200mila persone". 

Sfogo di Gigi D'Alessio senza nome sull'ambulanza donata: protocollo o atto intimidatorio?
Ma attenti a non farvi trarre in inganno, vista così sembrerebbe uno sfogo superbo quello di Gigi, in realtà lui non aveva chiesto di esserci "ma il fatto di esser stato cancellato - dice - e non so ancora da chi mi rattrista molto, lo giudico un vero e proprio atto intimidatorio e devono spiegarmi perlomeno il motivo". La rabbia corre su Facebook, e il suo post amareggiato non viene capito da tutti, in molti gli hanno chiesto le ragioni. A quel punto è uscito fuori che la decisione sarebbe stata presa dai commissari straordinari inviati dal governo per la gestione dell’Ospedale Civile di Caserta che hanno sollevato un problema burocratico più che altro: niente nome di D'Alessio sulla fiancata del mezzo di soccorso perché non prevista dal protocollo concordato precedentemente. Sarà la verità? A Gigi fa arrabbiare lo stesso. Ma i fans sembrano non comprendere troppo la polemica, più concentrati sul fatto che un bimbo di 14 mesi in coma diabetico è stato salvato proprio grazie a quell'ambulanza. L'importante sono le opere più del nome e la rete lo incoraggia a guardare avanti. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]