Migranti, la lettera dei vescovi francesi: "Proviamo vergogna"

19 giugno 2015, Andrea De Angelis
Sulla stessa scia di Papa Francesco, in Francia si alza forte il grido dei vescovi.

Migranti, la lettera dei vescovi francesi: 'Proviamo vergogna'
"Come ha fatto Papa Francesco – scrive la Conferenza episcopale in una nota – esprimiamo la nostra vergogna per quello che succede nel Mediterraneo come a Calais".

Anche perché le presenze di stranieri a Ventimiglia stanno aumentando di ora in ora e le immagini degli uomini sugli scogli hanno fatto il giro non solo d'Europa, ma del mondo (ampio spazio hanno avuto, ad esempio, negli Stati Uniti, ma anche ovviamente nelle zone dove l'Isis è più presente).

Tra la stazione ferroviaria dove è stato creato un centro di prima assistenza e la scogliera di Ponte San Ludovico alla frontiera con la Francia le presenze stimate sono 640, 450 in stazione e 180 sulla scogliera.

Oggi è il secondo giorno di Ramadan e la Croce Rossa, che ribadisce come il flusso sia in costante aumento, sta rafforzando la propria presenza con “più uomini e più materiali”.

Secondo i prelati di Francia “bisogna essere consapevoli che questa situazione continuerà purtroppo ad aggravarsi e che riguarda la comunità nazionale, l’insieme della società”.

Scrivono ancora i vescovi francesi: “Esortiamo i nostri governanti ad intensificare una cooperazione internazionale all’altezza delle sfide. Ne va della dignità degli esseri umani”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]