Albergo Etico, ad Asti il primo Made in Italy gestito da ragazzi Down

19 giugno 2015, Micaela Del Monte
Albergo Etico, ad Asti il primo Made in Italy gestito da ragazzi Down
Apre oggi in Italia il primo Albergo Etico gestito interamente da ragazzi affetti dalla sindrome di Down.

Inaugurato oggi ad Asti, in corso Galileo Ferraris 58,  con lo spettacolo degli sbandieratori del Borgo San Pietro e in presenza del sindaco Fabrizio Brignolo, l'albergo nasce dall'idea di uno di questi ragazzi che dopo aver frequentato uno stage ha presentato la sua proposta ad un ristorante della zona che ha voluto dare piena fiducia al suo progetto.

Questa iniziativa segna solo il primo passo per l'avvio di un percorso che mira alla formazione e all'inserimento nel mercato del lavoro per molti giovani affetti dalla sindrome di down.

Il contributo di Fondazione Vodafone Italia è stato determinante per la realizzazione dell’Accademia dell’Indipendenza, uno spazio all’interno dell’albergo in cui i ragazzi imparano a vivere in modo autonomo. L'Accademia è riservata a 12 stagisti con la sindrome di Down che seguiranno le lezioni alla scuola di formazione Colline Astigiane che li aiuterà a confrontarsi col mondo del lavoro. L’Albergo Etico rappresenta quindi un progetto imprenditoriale che si prepara ad un’importante sfida sociale in quanto mira alla creazione di strutture non solo accessibili alle persone con disabilità ma che ha come scopo principale l’accesso al mercato del lavoro.

"Crediamo fortemente in questo progetto, - ha spiegato Maria Cristina Ferradini, Responsabile Sostenibilità e Fondazione di Vodafone Italiache punta a sostenere una società più inclusiva e capace di ridurre il disagio sociale, favorendo l’accessibilità e contribuendo a migliorare la qualità di vita delle persone, in questo caso attraverso la formazione e l’ingresso nel mondo del lavoro".

L'albergo, inaugurato il 18 giugno e da oggi aperto al pubblico, attualmente è una categoria tre stelle con l'ambizione di salire a quattro entro un anno. Ha 26 camere per un totale di oltre 60 posti letto, un ristorante in una cantina storica che può ospitare fino a 50 persone, un giardino interno, aria condizionata, wi-fi e un'area coworking a disposizione dei clienti e della città. 

"Un sogno che si è realizzato", ha spiegato Alex Toselli, presidente della cooperativa sociale che gestisce l'albergo. 

In questi anni, l'esperienza Albergo Etico è stata al centro di convegni e dibattiti, è stata illustrata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e a Papa Francesco e quest'anno è presente nel Padiglione Italia di Expo2015.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]