Tensione a Ventimiglia, il Papa non convince la Francia: ‘cacciati’ 160 migranti

19 giugno 2015, intelligo
Tensione a Ventimiglia, il Papa non convince la Francia: ‘cacciati’ 160 migranti
Chi è riuscito a varcare il confine sta tornando indietro, scortato dai gendarmi. Fine del viaggio della speranza. La scena si ripete alla frontiera di Ventimiglia dove la Francia se ne infischia degli appelli del Papa (che chiede perdono anche per il loro no) e conferma la linea dura sul versante immigrazione. 

E’ la Croce Rossa, impegnata nell’assistenza alle persone trasferite nei giorni scorsi dagli scogli alle tendopoli a tenere il taccuino di ciò che accade. Suo malgrado. Nella sola giornata di ieri sono state espulse dal territorio francese 160 persone e stamani ci sono stati nuovi arrivi di migranti alla frontiera italo-francese, mentre sugli scogli sono rimaste ancora un centinaio di persone. 

Non sono mancati attimi di tensione per l’atteggiamento oltranzista dei gendarmi che hanno l’ordine di riportare indietro chi prova ad andare avanti. E la storia si ripete ormai da giorni. Papa Francesco ha rivolto un appello sull’emergenza migranti che a Parigi evidentemente preferiscono non sentire. Meglio ‘cacciare’ i migranti, devono aver pensato i benpensanti socialisti. E il triste pallottoliere dei respingimenti, intanto non si ferma.

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]