Conchita Wurst concede il "bis": nuovo album e Pride romano

19 maggio 2015, intelligo
Conchita Wurst concede il 'bis': nuovo album e Pride romano
C'è chi la chiama la drag queen austriaca, chi rimane ammirata dal suo coraggio. In realtà è un cantante sotto barba e vestiti luccicanti.

Conchita Wurst non si ferma e dopo la beneficenza al Life Ball 2015 viennese legata alla lotta all’AIDS/HIV, prepara il ritorno in Italia.

Dopo la sua vittoria all’Eurovision Song Contest il nostro Paese è tra i più attivi ad ospitare la star. Prima Sanremo, il Padova Pride Village nell’agosto 2014, l’Arena di Rai Uno... e dopo aprile a Milano torna a giugno
come madrina del Roma Pride 2015.

Succederà sabato 13 giugno, sarà lei a rappresentare la libertà, la laicità delle istituzioni e delle leggi e a chiedere dignità ad un'intera comunità che non si sente (ancora) accettata.

Poi c'è "Conchita", l'album di debutto dal 19 maggio in vendita, dove la drag queen presenta 14 brani autobiografici e ovviamente concentrati sulle battaglie dei diritti civili. Per lei non è una lotta però: "Io un simbolo? dice a Tgcom24  - "molti mi vedono così ma sono solo una cantante che canta ciò in cui crede".

Ma non basta, lei è anche una scrittrice: con “Io, Conchita. La mia storia” che è nelle librerie dal 15 maggio. Insomma la dra


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]