Euro 2016, Parolo sogna un'Italia alla Leicester: "Altri più forti, ma noi ci siamo"

19 maggio 2016 ore 8:44, Adriano Scianca

Modello Leicester. L'Italia che si avvicina all'Europeo punta a imitare la squadra di Ranieri, partita con gli sfavori del pronostico e arrivata a vincere la Premier League. Sembra passato un secolo da quando, dieci anni fa, eravamo sul tetto del mondo, eppure oggi l'unico modo per guardare alla competizione europea con ottimismo è proprio evocare la Cenerentola inglese. Marco Parolo spiega: “Bisogna partire subito forte, perché sembra manchi ancora tanto all'Europeo e invece è vicinissimo. Dobbiamo mettercela tutta, in modo che il mister possa scegliere i migliori. Quindi spero di esserci, tutto dipenderà da come verranno affrontati questi giorni”.

Euro 2016, Parolo sogna un'Italia alla Leicester: 'Altri più forti, ma noi ci siamo'
Per il calciatore della Lazio, quello di Conte “è un gruppo compatto, unito, dove tutti danno il 100% e seguono un comandante. Il mister è riuscito nel suo intento di voler costruire una squadra. A parte, forse, la sconfitta con la Germania, in tutte le altre partite si è sempre vista la squadra e si sono sempre visti determinati tipi di atteggiamenti che, solitamente, si hanno nei club. A noi mancheranno giocatori importanti e forse non abbiamo del talento esagerato, quindi solo con la squadra e rimanendo compatti si potrà fare bene e arrivare fino al nostro massimo. Il nostro obiettivo deve essere arrivare fino a dove possiamo arrivare, senza avere rimpianti. Dando tutto a partire da oggi e fino a quando finirà l'Europeo”. 

Guai, però, a parlare di squadra sconfitta in partenza: “Questa Nazionale può fare bene, ci sono squadre più forti ma nella testa non dobbiamo partire battuti da nessuno. Pensiamo giorno per giorno e partita per partita. Quando si guarda troppo lontano, poi non si va da nessuna parte. In Brasile, dopo la prima partita con l'Inghilterra, avremmo dovuto vincere il Mondiale e poi siamo usciti malamente. Ogni partita è una storia a sé, concentriamoci su ogni singola gara e diamo il massimo in ogni singola gara”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]