Sassuolo verso l'Europa: Carnevali tiene Vrsaljko ma non Berardi

19 maggio 2016 ore 10:08, Andrea De Angelis
Il Sassuolo è stata la sorpresa più bella del campionato. La società, che nel 2020 festeggerà il suo centesimo compleanno, ha disputato nella sua lunga storia appena tre campionati nella massima serie. Precisamente gli ultimi tre: dopo la promozione ottenuta nel 2013, si è salvata l'anno seguente, ha giocato un ottimo campionato la scorsa stagione prima dell'exploit nel campionato appena concluso, dove ha chiuso al sesto posto. 

Posizione che, come i calciofili sanno, vale la qualificazione in Europa League. Il club neroverde fa sapere in una nota che, "a seguito dell’esame di tutta la documentazione prodotta dalla società comprovante il rispetto dei criteri economici, legali e infrastrutturali, la Commissione di primo grado delle Licenze Uefa presso la Figc ha deliberato di rilasciare al Sassuolo la licenza valida per la stagione sportiva 2016/2017". Ma non basta. O meglio, non ancora. Perché il destino ha voluto che i neroverdi non potessero festeggiare dopo la gara interna con l'Inter in quanto la finale di Coppa Italia vedrà davanti Juventus e Milan. I campioni in carica (ormai da cinque anni) contro la squadra che forse più di ogni altra quest'anno ha deluso. Il pronostico è tutto in favore degli uomini di Allegri, ma se Bacca e compagni riuscissero nell'impresa soffierebbero proprio al Sassuolo l'ultimo posto valido per l'Europa League (gli altri sono già di Inter e Fiorentina, rispettivamente quarta e quinta). 
Sassuolo verso l'Europa: Carnevali tiene Vrsaljko ma non Berardi
Di Francesco e i suoi giocatori tiferanno come pochi per i bianconeri, anche perché l'impresa della squadra emiliana ricorda da vicino quella di altre squadre poco accreditate ad inizio anno e poi capaci di chiudere nelle prime posizioni. Pensiamo al Torino di recente, ancor prima all'Udinese, per non parlare del Parma di qualche anno fa. Insomma, la favola avvenuta nella piccola città in provincia di Modena fa venire in mente quella del Leicester, capace sì di andare al di là di ogni immaginazione (gli inglesi, come tutti sanno, hanno vinto la Premier League). Ranieri come Di Francesco, nonostante tra i due ci sia una generazione di differenza. 

Anche il calciomercato vede, nel bene e nel male, protagonista la Juventus. Allegri infatti ha chiesto a Marotta di portare a Vinovo Domenico Berardi. Da sempre promesso alla vecchia signora, il giocatore quest'anno ha ottenuto la sua consacrazione e sembra pronto per giocare in quel di Torino insieme a Dybala, Mandzukic e all'ex compagno in neroverde, Simone Zaza. Ma il talento calabrese partirebbe anche in caso di Europa League? Sembra proprio di sì, anche perché già da inizio anno la trattativa è stata avviata e un giovane come Politano (sua la doppietta nella gara decisiva contro l'Inter) sembra in grado di sostituirlo degnamente. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]