Gol della Spagna: Siviglia–tris domina l’Europa League e in Champions è tripudio

19 maggio 2016 ore 12:23, intelligo
di Luciana Palmacci 

Il Siviglia entra nella storia vincendo per la terza volta consecutiva l’Europa League: 2014, 2015 e 2016, una tripletta per gli spagnoli che diventa realtà battendo 3 a 1 il Liverpool. Gli inglesi giocano bene, ma Gameiro e la doppietta di Coke nella ripresa ribaltano il risultato segnato dal sinistro di Sturridge al 35’. Il capitano Coke, uno dei protagonisti meno attesi, ha aggiunto quel tocco di poesia in più al match decidendo le sorti della sfida e costringendo Jürgen Klopp all'ennesima sconfitta in una finale. 
Gol della Spagna: Siviglia–tris domina l’Europa League e in Champions è tripudio

Una vittoria impensabile visto che il primo tempo lo ha fatto il Liverpool, nonostante gli errori arbitrali: nel mirino il direttore di gara Eriksson e i suoi assistenti, con il guardalinee che non rileva il mani di Carriço in avvio di gara e l'arbitro di porta che ignora un altro fallo clamoroso di Krychowiak. 
Veloce e tecnico, Sturridge fa impazzire la difesa spagnola; all’11’ un suo colpo di testa crea scompiglio in area spagnola, ma Carriço è ben piazzato e salva tutto. Alla mezzora Gameiro spaventa Mignolet con una rovesciata che sfiora il palo. È l’unico pericolo creato dalla squadra di Emery nei primi 45’. Il Liverpool continua a dominare e al 35’ arriva, prevedibile, il vantaggio dei reds. 
Sembra una partita a senso unico, ma è al rientro dagli spogliatoi che avviene la rimonta del Siviglia. Gli spagnoli aggrediscono e trovano immediatamente il pareggio: gran numero di Mariano su Moreno, palla dentro e tap in semplicissimo per Gameiro, che firma l’ottavo gol in 9 partite di Europa League dopo soli 22” della ripresa. Un Liverpool smarrito permette al Siviglia di mettere in atto un’azione che accende Coke. Il capitano rimonta con un destro all'angolo e poi, servito da uno sfortunato rimpallo tra difensori del Liverpool, firma il 3-1 a 20’ dalla fine. 

L’ Europa del calcio non può far altro che inchinarsi all'egemonia incontrastata del football spagnolo, che negli ultimi 3 anni ha lasciato a bocca asciutta gli altri paesi e che in Champions, comunque andrà a finire a San Siro, sarà un altro trionfo per la Spagna. Prima il Real, poi il Barça di Luis Enrique, quest'anno sarà la volta del Cholo vincere la finale di Champions che sembra sempre di più un facsimile della Liga.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]