60 anni fa nasceva Pino Daniele. Napoli lo ricorda così

19 marzo 2015, Andrea De Angelis
Il 19 marzo del 1955 nasceva Pino Daniele. A due mesi e mezzo dalla morte il ricordo del cantautore partenopeo è più vivo che mai. 

60 anni fa nasceva Pino Daniele. Napoli lo ricorda così
Così oggi, nel giorno in cui avrebbe dovuto festeggiare 60 anni, la città di Napoli presenta una serie di eventi per festeggiare a modo suo il giorno della nascita di uno degli artisti più amati di sempre. 

Giuseppe Daniele, questo il nome all'anagrafe, oggi avrebbe celebrato anche l'onomastico. Così a quarantotto ore dalla visita di Papa Francesco nel capoluogo campano e nel giorno della festa del papà la città si appresta a vivere una tre giorni memorabile. 

Si inizia alle 11:00 al Maschio Angioino con il sindaco Luigi de Magistris che consegnerà ai familiari del grande artista i libri con le migliaia di dediche raccolte nei giorni in cui le ceneri di Pino Daniele vi sono state esposte.
 La cerimonia nella Sala dei Baroni prevede altri momenti, tra cui anche la consegna di una targa con la medaglia della città a Francesco, il più piccolo dei figli di Pino Daniele.
 
Alle 12:30 nel cortile del Maschio Angioino ci sarà il flash mob: potrà parteciparvi chiunque con uno strumento per cantare assieme "Je sto vicino a te". Stesso titolo anche per il concerto gratuito che si terrà al Palapartenope, in via Barbagallo, a partire dalle ore 21:00. Sul palcoscenico, tra gli altri, anche Eugenio Bennato e Teresa De Sio.  

I napoletani si stringono attorno a Pino Daniele, dagli anziani ai più giovani. Proprio per questi ultimi il cantautore ebbe un pensiero quando gli chiesero cosa si provava ad avvicinarsi alla soglia dei 60 anni: "Per un sessantenne oggi ci sono cose francamente insopportabili, per esempio l'assenza di pensiero e di figure di riferimento per le nuove generazioni".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]