Francesco Guccini ormai è un autore che canta: "Tornato da dove ero venuto"

19 novembre 2015 ore 13:09, Orietta Giorgio
Francesco Guccini ormai è un autore che canta: 'Tornato da dove ero venuto'
"Ma io sono fiero del mio sognare, di quest'eterno mio incespicare" e Guccini, il professore-sognatore fiero, ha annunciato il "distacco" dalla musica ("non l'ascolto più nemmeno in macchina, troppe canzoni inutili") e, categorico, ha spiegato: "Ho smesso perché non mi vengono semplicemente più le parole per scrivere canzoni, non ho più voglia, non ho più idee. Scrivere canzoni non deve costare fatica. Le 13 strofe di "La locomotiva" le ho scritte in venti minuti. Le parole venivano semplicemente. Adesso non è più così". 

Il racconto in musica, comunque, continua con la raccolta "Se io avessi previsto tutto questo. Gli amici, la strada, le canzoni". Il cofanetto, in uscita venerdì 27 novembre, disponibile in due versioni, da 4 e 10 cd, comprende i brani di 40 anni di carriera e due inediti “Allor il mondo finirà” e “L’Osteria dei Poeti”.

D’ora in poi, quindi, le parole saranno destinate ai racconti, la scrittura riprende il proprio posto nel sogno ("A volte nella vita ci sono delle cose strane, il mio sogno era fare lo scrittore…").  

Il 3 novembre è uscito "Un matrimonio, un funerale, per non dire del gatto"(edito da Mondadori), un  libro di racconti di viaggio, istantanee della memoria, descrizione di eventi legati a persone amate (quel matrimonio, il funerale del mitico Gigi de l'Orbo, il sarto sempre ubriaco, il tenore lirico appassionato di ciclismo, la contadina poetessa) indimenticabili ed  eterne, a dispetto del tempo. 
La location preferita dei suoi racconti? Sono le montagne, i suoi Appennini: "Sono tornato da dove ero venuto. Bologna ora mi sta stretta, troppe auto, troppo traffico... mi infastidiscono. Invecchiando non si ha più lo spirito che si aveva quando si era giovani".  

Francesco Guccini incontrerà i fan per firmare copie del cofanetto e del libro il 30 novembre a Milano (ore 18.00 alla Feltrinelli di Piazza Piemonte), il 1° dicembre a Bologna (ore 18.00 alle Librerie Coop Ambasciatori) e il 9 dicembre a Roma (ore 19.00 al Teatro Eliseo).

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]