Ruby-ter, i pm: “Processate Berlusconi per le olgettine". Fi: "Accanimento giudiziario"

19 novembre 2015 ore 17:28, intelligo
Ruby-ter, i pm: “Processate Berlusconi per le olgettine'. Fi: 'Accanimento giudiziario'
 “Processate Berlusconi”. E’ la richiesta dei pm della Procura di Milano nei confronti di Silvio Berlusconi e di altre trenta persone nell’ambito del procedimento denominato “Ruby ter”. Richiesta che vale anche per Karimam El Mahroug, ovvero Ruby. Su tutte le richieste, dovrà pronunciarsi il gup. All’ex premier, i pm milanesi Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, contestano l’ipotesi di reato di corruzione giudiziaria. In sostanza, secondo l’accusa, Berlusconi avrebbe pagato circa dieci milioni di euro ad alcune delle ospiti alle cene nella villa di Arcore per formulare “versioni soft” in occasione del processo sul caso Ruby dal quale Berlusconi è uscito assolto. Per le altre persone che secondo i pm devono essere processate, le ipotesi di reato vanno dalla corruzione giudiziaria alla falsa testimonianza. Per i pm milanesi, le ragazze sarebbero state ricompensate con bonifici, case, auto. Solo una settimana fa, dal Ruby-ter i giudici avevano archiviato le posizioni di tredici persone tra le quali gli avvocati dell’ex premier Niccolò Ghedini e Piero Longo.

Immediate le reazioni politiche. Fi fa quadrato attorno a Berlusconi: dai parlamentari ai dirigenti azzurri, tutti parlano di un “nuovo accanimento giudiziario” nei confronti del leader del partito. Giovanni Toti, governatore della Liguria lancia un twitter caustico: “Nel mondo l'emergenza è il terrorismo. Alla Procura di Milano l'urgenza è chiedere ennesimo rinvio a giudizio per Berlusconi #Stranepriorità”. 

LuBi


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]