Rap e hip pop dalla A alla "Zeta": il film sulle periferie di Roma dopo quelle americane

19 ottobre 2015, Marta Moriconi
Rap e hip pop dalla A alla 'Zeta': il film sulle periferie di Roma dopo quelle americane
Vi ricordate le polemiche sul debutto boom al box office Usa per "Straight Outta Compton", il film di F. Gary Gray su origini, ascesa e declino degli N.W.A? 
Era intervenuta addirittura la Los Angeles Police Departament (la polizia di Los Angeles) con la scomunica della pellicola, perché era raccontato il successo del collettivo rap con l'album Straight Outta Compton, ossia tradotto: la vita delle periferie-ghetto di LA con una crudezza mai udita prima d'allora. Non è mai piaciuta quella canzone Fuck Tha Police, sulle violenze della polizia locale, tanto che per la band è costata un richiamo ufficiale dell'FBI.

Dimenticatevi tutto questo però, perché i rapper nostrani non c'entrano nulla con quel mondo. Ad approdare sul grande schermo da noi è una realtà diversa, ma sempre difficile: quella dell'hip hop e del rap italiano che si snoda nelle nostre periferie. "Zeta" punta l'obiettivo su queste, ma il nuovo film del regista Cosimo Alemà (che ha sempre lavorato anche per importanti video rap) racconta anche una storia di amicizia e riscatto che non esclude l'amore per esempio. Lo fa facendo salire sul palco cinematografico per la prima volta Diego Germini (il cantante rap Izi), che sarà protagonista insieme a Irene Vetere del film, insieme alle nostre e note star del rap: J-Ax, Fedez, Emis Killa, Salmo, Clementino, Tormento, Baby K ma non solo. E non mancano gli attori professionisti come quello Salvatore Esposito che ha recitato in "Gomorra" e Jacopo Olmo Antinori. C'è Corviale, ma anche Tor Bella Monaca in questo pellicola: "Vengono raccontate le periferie" dice il regista. Appare quella Roma non da cartolina "completamente isolata dal resto" conclude.

Certo la storia racconta la verità dei rapporti, la storia di una generazione che ha rifiutato il mondo dei padri e ha usato la propria voce per "cantarle" un po' a tutti. Sono tutti protagonisti poi, i big e quelli emergenti, i ragazzini che sognano un mondo che credono diverso e lontano dal sistema. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]