Mollata all'altare regala il pranzo ai senzatetto. E una sposa turca ai siriani. VIDEO

19 ottobre 2015, Micaela Del Monte
Mollata all'altare regala il pranzo ai senzatetto. E una sposa turca ai siriani. VIDEO
Quando una sposa viene piantata sull'altare dal fidanzato non c'è soltanto il dispiacere per il mancato matrimonio, ma anche quello per la grande spesa fatta e che con molta probabilità andrà sprecata. 

Questo è stato il primo pensiero, ma forse il secondo vista la situazione della figlia, della madre della mancata sposa che ha deciso di mettere il banchetto nuziale già organizzato e pagato a disposizione dei senzatetto della città.

Il tutto è accaduto a Sacramento negli Stati Uniti. Quinn Duane, lasciata dal fidanzato a due giorni dal matrimonio, ha chiamato la madre Kari per avvertirla della rottura. "E ora?" si saranno chiesti tutti visto che era già tutto pronto per le nozze (la cerimonia, i fiori, la musica, il menu, bevande incluse) e pensando a tutti gli sforzi già riversati nell’impresa (oltre alla partecipazione emotiva e al conseguente choc per l’annullamento delle nozze, bisognava aggiungere 35 mila dollari per il rinfresco al Sacramento Citizen Hotel, uno dei migliori della città).

"Eravamo affranti per Quinn - ha detto Kari Duane - ma dopo aver comunicato a tutti gli invitati che il matrimonio non si sarebbe fatto io e mio marito abbiamo realizzato che il pranzo ormai era stato pagato". A quel punto l’idea: invitare i senzatetto della città a godersi un pasto a base di antipasti, insalata, cavolfiori, gnocchi, tranci di salmone al vapore, julienne di zucchine e altre specialità. 

La città è stata così tappezzata di volantini e l'iniziativa è stata un grandissimo successo e la sala del Citizen si è popolata di famiglie (molte afroamericane), anziani, persone sole. Se per i 120 senzatetto, la giornata è stata fonte di una gioia indimenticabile, lo stesso non si è potuto dire per Quinn, la mancata sposa, che non ce l'è sentita di partecipare comunque al banchetto e ha preferito restare a casa con qualche amica.

Ma non è la prima volta che il banchetto nuziale viene "donato" ai bisognosi. Lo scorso agosto infatti una coppia turca deciso di rinunciare ad un lussuoso banchetto per festeggiare il proprio matrimonio in compagnia di 4.000 profughi siriani in fuga dall'IsisFethullah ed Esra infatti hanno invitato alla loro tavola gli abitanti di un campo vicino Kilis, la città turca al confine con la Siria dove è più alto l'afflusso di persone che scappano dall'avanzata dello Stato islamico e dove è più forte il frastuono dei raid aerei di Ankara contro i jihadisti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]