Napoli arriva il Besiktas, Sarri "bastone e carota" con Gabbiadini

19 ottobre 2016 ore 9:18, Micaela Del Monte
La prestazione incolore contro la Roma non ha fatto cambiare idea a Maurizio Sarri, ma ora Gabbiadini deve dimostrare chi è e per questo il tecnico azzurro  ha parlato chiaro e tondo nella conferenza stampa pre Besiktas. Quella di questa sera infatti potrebbe essere la partita del riscatto dopo le due sconfitte di Bergamo e contro i giallorossi, riscatto che sarà fondamentale e non solo per il Napoli, ma anche per il suo attaccante, l'unico rimasto dopo l'addio di Higuain e l'infortunio di Milik.

Manolo Gabbiadini sarà dunque nuovamente il fulcro del Napoli, ma questa volta dovrà fare la differenza e soprattutto mettere da parte quella faccia da perenne arrabbiato che non fa che peggiorare le cose. "Manolo non si deve adattare a me bensì a questa squadra che ha un modo di giocare che ricalca le caratteristiche dei nostri calciatori sia a centrocampo che sugli esterni. Non posso sacrificarne sette o otto per le caratteristiche di Gabbiadini, poi non penso che spostarsi di quattro o cinque metri comporti molto in termine di prestazione. Sta vivendo un momento difficile però sono sicuro che ne verrà fuori". 

Sarri non intende cambiare modulo, al massimo cambierà qualche elemento: "Ieri c'erano ancora un paio di ragazzi affaticati dopo la partita con la Roma, la formazione è tutta da valutare. Noi dobbiamo ritrovare entusiasmo, lucidità, le giuste distanze, difendere in avanti e giocare il nostro calcio, indipendentemente dal modulo che è un falso problema". Chiosa finale sugli assenti che hanno sempre ragione: "Ho più elementi io per poter giudicare chi far giocare rispetto a chi non vede mai un allenamento e comunque Dybala fino a novembre scorso dopo tre anni in Italia faceva fatica a trovare spazio nella Juve. Qui, invece, non aver fatto esordire Rog sembra già un problema".

Intanto questa sera ci sarà un match fondamentale per il Napoli, anche per ricominciare ad avere fiducia nei propri mezzi. Al San Paolo andrà infatti in scena l'ultima partita d'andata della fase a gironi e i partenopei affronteranno il Besiktas dell'ex Inler. Le due squadre scenderanno in campo alle 20,45 e la partita sarà diretta dall'arbitro russo Sergei Karasev. La diretta televisiva, però, non sarà offerta in chiaro su Canale 5, che ricordiamo mandò in onda l'esordio stagionale in Europa contro la Dinamo Kiev, mentre stavolta è toccato Olympique Lione-Juventus. Non ci sarà nemmeno la visione su RSI LA2, visto che anche in questo l'incontro scelto sarà quello dei bianconeri. Allora dove vedere Napoli-Besiktas? La sfida sarà trasmessa soltanto a pagamento su Mediaset Premium, che offrirà ai propri abbonati anche di usufruire del servizio streaming su tablet, pc e smartphone grazie all'applicazione Premium Play.

Vediamo anche come scenderanno in campo le due squadre:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Hamsik, Zielinski, Jorginho; Gabbiadini, Mertens, Callejon. All.: Sarri

BESIKTAS (4-2-3-1): Zengin; Erkin, Tosic, Marcelo, Gonul; Inler, Hutchinson; Sahan, Ozyakup, Quaresma; Tosun. All.: Gunes
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]