Canzoni storiche e carcere: i 90 anni di Chuck Berry

19 ottobre 2016 ore 9:28, intelligo

di Stefano Ursi

Un disco dopo ben 38 anni per festeggiare il suo novantesimo compleanno: Chuck Berry compie infatti 90 anni e si regala un album che intitola semplicemente “Chuck” e vedrà la luce l'anno prossimo. A festeggiare colui che unanimemente viene riconosciuto come il padre del rock n' roll è il mondo intero, andando sulla scia dei riconoscimenti ottenuti nella sua storia musicale che lo ha visto inserito fra i primi fra le star su Rock 'N' Roll Hall of Fame nel 1986. Autore di brani che hanno fatto la storia Johnny B. Goode e Back in the Usa, Berry è una sorta di icona della storia della musica; ora però, come lui steso ha fatto intendere, quest'ultimo disco potrebbe essere il passo d'addio ad una carriera musicale straordinaria.

Canzoni storiche e carcere: i 90 anni di Chuck Berry
Una vita, quella di Berry, che ha visto anche momenti difficili come la condanna nel 1959 a cinque anni, poi ridotta a tre, perchè accusato di rapporti con una minorenne che lavorava in un locale di sua proprietà, evento che vide inevitabilmente la sua popolarità scendere per un periodo. Oppure la successiva condanna nel 1979 per evasione fiscale. Ma la sua stella era destinata a non tramontare e così la rinascita fu solo questione di tempo. Un artista poliedrico, a cui viene attribuita anche la paternità del cosiddetto “passo dell'anatra” (Duck Walk) ovvero la camminata tipica utilizzata durante l'esibizione con la chitarra. La sua storia coincide, peraltro, con l'emergere dell'immaginario americano degli anni '50 e '60, epoca che ha segnato la storia non solo degli Usa ma anche del mondo che in quegli anni si scatenava in imitazioni della società americana, considerata simbolo di felicità e di spensieratezza.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]