Come internet ha cambiato la vita, startupper famosi insegnano il business

19 settembre 2016 ore 10:35, Americo Mascarucci
 Ritorna oggi, 19 settembre, l’appuntamento della Capitale con HITalk, High Idea Talk, l’evento culturale che ogni due mesi propone le storie e le suggestioni di sei protagonisti dell’eccellenza italiana nei diversi ambiti della contemporaneità
12 minuti ciascuno per ispirare, motivare e far riflettere il pubblico sul presente e sul futuro. 
Protagonista dell’edizione speciale di lunedì 19 settembre è il Digitale. 
Trasformare un’idea in un lavoro, è questo il tema principale che verrà affrontato durante l’incontro HITalk SuperDigital che si terrà a Roma nella "Fabbrica delle startup", l’incubatore nato dalla partnership tra Luiss Enlabs e LVenture Group. 
HITalk Super Digital sarà un evento verticale sul passato e presente della rivoluzione tecnologica in atto declinato da alcuni dei protagonisti dell’ecosistema italiano
Apriranno la serata Paolo Barberis e Alessandro Sordi con "Inventare cose divertenti: Dada" una serie di aneddoti e ricordi dell'esperienza vissuta negli anni della prima Internet Company Italiana di successo considerata oggi un decisivo propulsore di innovazione. 
Poi Giorgia Abeltino di Google, Carlo Tursi General Manager di Uber Italia, Matteo Stifanelli, giovanissimo Generale Manager Airbnb Italia, Davide D’Atri, founder e CEO di Soundreef ed infine Elena Dominique Midolo insieme a Clio Zammatteo per raccontare il segreto dello straordinario successo del loro web format "Clio MakeUp". 
La nuova sede dell’acceleratore romano Luiss EnLabs ospiterà alle 19 l’evento che potrà essere seguito anche sui social con #SuperDigital e in diretta streaming sulla pagina Fb di Skytg24. 

Come internet ha cambiato la vita, startupper famosi insegnano il business
Chi ce l’ha fatta racconta come è riuscito ad aprire nuovi orizzonti, rivoluzionare la propria vita e quella degli altri, far soldi «veri» nel mondo virtuale.
"Se oggi le imprese digitali sono un fenomeno maturo, è perché ci spostiamo con i servizi di car sharing, facciamo la spesa con le app, le vacanze con Airbnb. Abbiamo una consolidata identità online, che ci permette di vivere e lavorare offline", spiega Matteo Stifanelli, country manager per Airbnb Italia. 
"Solo 10 anni fa l’impresa di Soundreef sarebbe stata impensabile. Del resto senza il digitale il progetto non esisterebbe", racconta Davide D’Atri, Amministratore Delegato e fondatore di Soundreef. "Noi abbiamo un modo di fare imprenditoria di stampo anglosassone: vogliamo che il nostro modello sia replicabile in diversi Paesi, per conquistare il mercato globale. Invece nel nostro Paese il commento ricorrente è: ma come fai a scontrarti con un colosso come la Siae? Non hai paura? Quello che io vorrei far capire è che noi non siamo coraggiosi. Noi facciamo business". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]