Turchia, Souad Sbai: "Il vero califfato è quello di Erdogan. Le sue sono forze oscure"

02 aprile 2015, Adriano Scianca
Turchia, Souad Sbai: 'Il vero califfato è quello di Erdogan. Le sue sono forze oscure'
“Erdogan parla di forze oscure all’opera in Turchia? Ma la più grande forza oscura è il suo governo” Lo afferma Souad Sbai, giornalista e attuale responsabile per l'integrazione e immigrazione di Noi con Salvini. Parlando con IntelligoNews, l’ex parlamentare dichiara: “Oggi il vero califfato è in Turchia, non in Iraq”. 

Secondo lei di chi è lo zampino negli attentati in Turchia? 

«Del popolo turco». 

In che senso? 

«Molto semplicemente, la gente turca non ne può più del sultano che vuole comandare non solo in Turchia, ma in tutta l’area mediorientale. È un fatto che tutti i più grandi terroristi sono passati per la Turchia». 

Secondo lei è una ribellione spontanea quindi? 

«La Turchia è cresciuta avendo come padre della patria Atatürk, che ha promosso un pensiero laico e moderno. Ora si ritrova con un governo estremista e radicale. Credo che ora ci sia il popolo che sta reagendo. Io ovviamente sono contro ogni forma di violenza, ma purtroppo le rivoluzioni spesso non sono pacifiche». 

Il governo ha parlato di attentati ispirati da “forze oscure”… 

«Ma la più grande forza oscura è il governo Erdogan. Un governo che ha portato un popolo giovane e moderno a nel medioevo. Con i turchi si poteva anche discutere davvero del loro ingresso in Ue. Con Erdogan è impossibile. Ma ci rendiamo conto che lui ha fatto arrestare più di 100 giornalisti? È inaccettabile che i governi occidentali dialoghino con uno come Erdogan. Ora, poi, è uscita fuori anche sua figlia… C’è lui, la figlia, il nipote… È un vero sultanato. Sono cose che con i tempi moderni sono finite e devono finire anche in Turchia. Oggi il vero califfato è in Turchia, non in Iraq».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]