Carte d'imbarco e acquisti, Facebook Messenger si rinnova

02 aprile 2016 ore 11:21, Andrea Barcariol
Zuckerberg non si ferma mai. Appena uscita la notizia di un metodo per fare pagamenti tramite messenger, attualmente allo studio dei tecnici, che già si concretizza un nuovo ambizioso progetto. L'annuncio è arrivato dalla compagnia aerea KLM che ha spiegato di voler usare la piattaforma Facebook Messenger per comunicare coi passeggeri. Chi viaggerà con la compagnia olandese potrà ricevere aggiornamenti sui voli, attivando la funzionalità durante l'acquisto del biglietto. Una volta accettata l'opzione di ricevere messaggi via Messenger, KLM farà partire una chat con il passeggero, tramite la quale verranno inviati conferma della prenotazione, stato del volo ed eventuali cambiamenti sull'orario di decollo previsto. Sarà anche possibile ricevere tramite questo canale la carta d'imbarco, da usare poi al check-in evitando così l'uso della carta stampata. La chat diventerà un avanzato customer care e permetterà agli utenti di sedersi accanto al loro assistente digitale M (come Messenger), un incrocio tra intelligenza artificiale e mente umana, e avviare una conversazione per chiedere di prenotare un volo, un hotel, un tavolo al ristorante o monitorare costantemente il volo con informazioni in tempo reale. Un metodo, probabilmente, anche per rassicurare gli utenti in un periodo in cui la minaccia terrorismo è molto elevata. Per il momento questa figura (ancora senza voce) interagirà tramite messaggi scritti con il cliente.

Carte d'imbarco e acquisti, Facebook Messenger si rinnova
Sembra che siani imminenti anche altri accordi con importanti compagnie aeree, almeno stando alle parole di David Marcus, il boss del team che si occupa di Messenger Facebook. Tra le app di messaggistica, Messenger è quella che nel 2015 ha conosciuto la crescita più sostenuta (seconda solo a Facebook), secondo i dati della Nielsen. La piattaforma a fine 2015 aveva un utilizzo dichiarato di 800 milioni di persone ogni mese e, guardando al 2016, il vice-president dei servizi di messaging di Facebook, David Marcus, prevedeva che sms e messaggistica dovrebbero perdere ancora terreno, così come i numeri di telefono. Per quanto rigurada i brand, avrebbero cominciato a utilizzare Messenger come strumento di business e di personalizzazione dei servizi per la clientela. Detto fatto: è arrivato l'accordo con KLM. Guai, nel mondo dei sociale, a perdere tempo.




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]