Brunetta ancora capogruppo? Partita la trattativa ad "alta tensione"

02 dicembre 2015 ore 11:35, intelligo
Brunetta ancora capogruppo? Partita la trattativa ad 'alta tensione'
Vento controcorrente per Renato Brunetta, che si apprestava stamane ad affrontare alle 15 la riunione del gruppo Forza Italia sul suo "caso". Tutto parte da una richiesta pervenuta alla Camera da una ventina di firme di deputati di Fi che hanno chiesto la convocazione di questo incontro, per confutare la gestione dell’attuale capogruppo. Negli scorsi mesi il "guaio" era stato tamponato, secondo Il Tempo, ma ora la questione è ufficiale ed è sul tavolo per essere discussa.
Chi ha sottoscritto la lettera? E quali sono i contenuti? Mentre si cerca di capire, Brunetta ha convocato per oggi la riunione di gruppo a Montecitorio per cercare di dissipare i dissidi. Ma l'economista non è sereno e a chi gli chiede come andrà a finire pare che risponda molto cautamente. Insomma stavolta il rischio di una sostituzione c'è tutto. 
Dentro il gruppo però nonostante i noti malumori sulla gestione del gruppo (tra i quali l'eccessivo investimento sul Mattinale a dispetto del Legislativo) c'è chi ritiene che potrebbe essere Berlusconi stesso a voler gestire la questione, senza un siluramento pubblico tramite voto.Tutte illazioni, di certo c'è solo che la discussione sarà accesa, e un passo indietro da solo certo è difficile che lo farà. A mettere carne sul fuoco il momento parlamentare delicato: c'è da votare i giudici mancanti della Consulta e le tensioni non agevolano quel voto ad oltranza che il Presidente del Senato Grasso ha ormai deciso di dover attuare per arrivare alle nomi. 

Ultimi aggiornamenti: pare che sulla sua sorte comunque la previsione (e la sua stessa percezione) sia negativa, in mattinata si parlava di un 50% di probabilità di non ottenere la maggioranza. Ora, sul banco, c'è la trattativa proposta da Vito, quella di mettere ai voti la sua riconferma. Ma Brunetta non si dà troppe speranze, è convinto che sarebbe falsato da alcuni deputati ancora appartenenti al gruppo ma prossimi all'addio.
I venti spifferano di un boccone amaro non digerito dai più: Il Mattinale, il notiziario politico curato dal Gruppo,  sarebbe troppo caro.   
E ci sarebbe un'ultima ipotesi allo studio: votare per l'elezione del capogruppo dopo Natale. §E confermare Brunetta ma con una mozione che lo vincoli a una gestione più partecipata e democratica (con chiusura o ridimensionamento del Mattinale). 

(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]