Appendino boccia Tav, ma no a effetto olimpiadi: "Atto inutile" per Pd

02 dicembre 2016 ore 12:40, Americo Mascarucci
A Torino, la Giunta 5Stelle del sindaco Chiara Appendino ha riotto gli indugi schierandosi apertamente e chiaramente contro il progetto dell'Alta velocità sulla Torino-Lione.
La sindaca ha infatti annunciato la discussione e votazione lunedì prossimo in Consiglio comunale di una mozione del Movimento 5Stelle per far uscire il Comune di Torino dall'Osservatorio della Tav. 
Appendino ha precisato che "non si tratta di una posizione ideologica. Siamo fortemente contrari alla Tav, un investimento che anche alla luce dei benefici previsti non riteniamo necessario o prioritario e pensiamo che quelle risorse andrebbero investite meglio". 
E' la prima volta che il Comune di Torino prende posizione contro la Tav, anche se la scelta all'atto pratico non produrrà conseguenze di alcun tipo.
Appendino boccia Tav, ma no a effetto olimpiadi: 'Atto inutile' per Pd
Non ci sarà il rischio che la contrarietà del Comune possa bloccare l'opera come avvenuto a Roma, dove il No della Giunta Raggi ai giochi olimpici ha fatto decadere la candidatura della Capitale. 
Un gesto dunque prettamente simbolico come evidenziato dal Pd,

La Tav è stata infatti già approvata la scorsa settimana in Senato e il 20 dicembre passerà all'esame di Montecitorio.
"Nessuna mozione - commenta il senatore del Pd Stefano Esposito, vicepresidente della Commissione trasporti - può fermare i lavori. E la Appendino pensa a questo come a un modo per tenersi buoni i consiglieri comunali grillini cui piace giocare a fare i No-Tav".
Per il presidente dell'Osservatorio, Paolo Fojietta "non ci saranno conseguenze" anche se l'atteggiamento del sindaco comunque è stato stigmatizzato da più parti.
Nella mozione si impegna il Consiglio comunale di Torino a "esplicitare in tutte le sedi istituzionali e politiche, locali, nazionali ed europee, la contrarietà della Città alla proposta della nuova linea Torino-Lione e in particolare alla realizzazione del tunnel di base, delle nuove linee ferroviarie di adduzione e delle relative opere preliminari".
Una contrarietà dunque che non cambierà nulla.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]