Zootropolis è l'Utopia degli animali, la città Disney dove si vive in pace: VIDEO

02 febbraio 2016 ore 8:21, Andrea De Angelis
Ci sono favole e favole, poi c'è Disney che come pochi altri ha saputo, sa e saprà insegnare ai giovani (e non solo) piccole ricette di felicità. Pillole che arrivano attraverso il grande schermo, che si rivedono sul piccolo, magari a casa nelle fredde sere d'inverno. Da Topolino e Pippo fino alla moderna rivoluzione di Toy Story (che ha appena compiuto vent'anni), per arrivare oggi a Zootropolis. La città dei sogni, dove gli animali vivono in pace. 

"Non è naturale", diranno i soli scettici. "In questo modo si illudono le giovani generazioni", ripeteranno gli stessi in modo più forbito. Perché gli animali si mangiano tra loro, certo. Ma magari questi saranno gli stessi che parleranno di Babbo Natale ai loro figli fino a dieci anni. Sognare, gente, non costa niente. Anzi, ci si guadagna. E sognare il rispetto, l'equilibrio, il giusto rapporto tra identità e alterità fa bene non solo ai piccoli, ma anche ai loro genitori. 
"Gli animali ci danno sempre l'opportunità di parlare di noi in modo sottile - dice il regista Byron Howard - da bambino il mio film preferito era Robin Hood e volevamo celebrare quella tradizione in un modo originale è differente, scavando ancora più a fondo. Non ci interessa fare film per lanciare messaggi, ci interessa invece partire da un piano emotivo e arrivare a trasmettere qualcosa al pubblico". Sì, gli animali. La prudenza di una colomba, il coraggio di un leone, l'astuzia della volpe. Quante volte li usiamo per descrivere una nostra caratteristica. Osservandoli, poi, non si finisce mai di imparare. "Abbiamo dedicato 18 mesi allo studio degli animali - dice Howard - abbiamo studiato come interagiscono e socializzano nel loro ambiente naturale e come sono strutturate le loro comunità naturali". A chi pensa che sia troppo un anno e mezzo, suggeriamo un rapido calcolo: sono 64 le specie diverse presenti nel film, dunque togliendo le domeniche a ognuna di loro è stata praticamente dedicata una settimana.

 

Zootropolis è l'Utopia degli animali, la città Disney dove si vive in pace: VIDEO
Il nuovo capolavoro firmato Disney è anche un invito a combattere i pregiudizi. Non a caso la protagonista è una femmina di coniglio che sogna di diventare poliziotta. E se il sindaco è, come prevedibile, un leone ecco che il suo vice è una pecora con tanto di occhiali. E poi tantissimi altri personaggi che i bambini impareranno a conoscere e amare. Indovinate poi chi aiuterà il coniglio? Esatto, una volpe. 
Nella versione italiana, tra gli altri, saranno impegnati anche Diego Abatantuono che doppia un dispettoso fennec, una mini volpe che assomiglia molto a un topo: "Doppiare qualcun altro non l'avevo mai fatto: ho cominciato con un topo, adesso spero di crescere... Mi avevano proposto all'inizio un elefante, non so perché... però non c'era contrasto con il mio fisico, quindi forse il topo era più originale". Massimo Lopez dà la voce al leone sindaco di Zootropolis: "Ci sono questi dettagli sull'espressione che sono straordinari. A tutti gli effetti credo che i film Disney, e questo ultimo, Zootropolis, siano pieni di dettagli straordinari ed esemplari, perché gli umani dovrebbero prendere spunto dagli animali". Tra gli altri volti noti italiani impegnati spicca sicuramente quello di Leo Gullotta.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]