Il calcio piange l'agente Fifa Bronzetti. Il ricordo dei social: i tweet

02 febbraio 2016 ore 13:50, Andrea De Angelis
Ha aspettato la fine della sessione invernale del calciomercato per lasciare questa terra. Per dire addio a un mondo, quello del calcio, che lo ha visto assoluto protagonista. Se ne va un grande italiano dello sport, colui che soprattutto al Milan ha saputo costruire una delle migliori squadre di sempre. 

È morto nella notte Ernesto Bronzetti, a causa di un male incurabile. Avrebbe compiuto 69 anni il 13 febbraio, lascia la moglie e tre figlie. Volto noto del mondo del calcio, procuratore sportivo, intermediario di mercato, è stato attivo soprattutto con il Milan (di cui era anche tifoso) sull’asse Italia-Spagna. La società rossonera lo ha ricordato con un comunicato diffuso anche sui social network: "Tutta la famiglia rossonera, commossa e addolorata, si stringe attorno alla famiglia di Ernesto Bronzetti colpita dalla sua scomparsa". 
Agente Fifa dal 1994, nelle sue numerose operazioni di mediatore di mercato portò al Milan tra gli altri Kakà, Rivaldo, Ronaldinho e Beckham. Lavorò anche alla trattativa per portare Carlo Ancelotti, di cui era procuratore, sulla panchina del Real Madrid.
Il calcio piange l'agente Fifa Bronzetti. Il ricordo dei social: i tweet
Il nome di Bronzetti era noto a chiunque amasse il calcio.
Le sue trattative hanno caratterizzato, cioè, ogni sessione di mercato, lasciando col fiato sospeso milioni di tifosi in quello che è conosciuto a tutti come calciomercato. Una sessione, come sanno gli appassionati, quella estiva che riempie le pagine dei giornali sportivi e non da giugno a settembre ogni anno e che torna protagonista poi a gennaio, come nel mese appena concluso.
Il mondo dei social allora lo ricorda e su Twitter #Bronzetti è già sul podio delle tendenze del giorno. Ecco alcuni tweet: 

  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]