I morti famosi del 2013: ecco perché il 2014 sarà più povero

02 gennaio 2014 ore 9:11, Andrea De Angelis
I morti famosi del 2013: ecco perché il 2014 sarà più povero
Ad inizio anno, si sa, sono tanti i propositi, e non vi è nulla di più naturale che volgere lo sguardo al futuro. A noi piace, però, guardare ancora un attimo indietro, per ricordare chi quest'anno non ci sarà. Parliamo di donne ed uomini più o meno famosi, del mondo dello spettacolo e dello sport, politici e scienziati. Il primo non può che essere Nelson Mandela, morto all'età di 95 anni lo scorso 5 dicembre. Simbolo della lotta al razzismo ed icona mondiale del Novecento, il compianto presidente sudafricano è stato anche premio Nobel per la pace nel 1993.
I morti famosi del 2013: ecco perché il 2014 sarà più povero
I morti famosi del 2013: ecco perché il 2014 sarà più povero
Altri tre grandi nomi della politica mondiale sono venuti a mancare nel 2013, e tra questi c'è anche un italiano. Si tratta di Giulio Andreotti, da molti considerato il politico più noto nella storia del nostro Paese. Il 7 volte primo ministro è morto il 6 maggio, all'età di 94 anni. Due mesi prima è venuto a mancare Hugo Chavez, presidente del Venezuela dal 1999. Malato da tempo, è stato stroncato da un infarto a soli 58 anni. E non vedrà il 2014 neanche la "Lady di Ferro", Margaret Thatcher, scomparsa lo scorso 8 aprile all'età di 87 anni. Lasciamo la politica e veniamo al mondo dello spettacolo: la lista di artisti morti nel 2013 è davvero impressionante.
I morti famosi del 2013: ecco perché il 2014 sarà più povero
Il mondo della musica italiana ha perso alcuni dei suoi nomi storici: da Little Tony a Franco Califano, da Enzo Jannacci a Jimmy Fontana. Con loro se ne va un'epoca fatta di successi, e c'è da scommetterlo: l'Italia non li dimenticherà mai. Due grandi attrici non potranno più salire sui palchi italiani: parliamo di Mariangela Melato e Franca Rame. La Melato è stato il primo, grande lutto del 2013, con la prematura scomparsa avvenuta l'11 gennaio, a soli 71 anni. Franca Rame è morta il 29 maggio, ad 83 anni: con lei se ne va una delle voci più originali della cultura italiana. L'Italia piange ancora Andrea Brambilla, in arte Zuzzurro, e Giuliano Gemma. Il primo si è spento dopo una lunga malattia, mentre il secondo ha perso la vita in un tragico incidente stradale alle porte di Roma.
I morti famosi del 2013: ecco perché il 2014 sarà più povero
Tra gli italiani più noti scomparsi nell'anno appena concluso, ci sono sicuramente don Andrea Gallo e Margherita Hack. Due personaggi difficilmente sostituibili, due figure simbolo che verranno ricordate per sempre. Un gigante dello sport italiano è morto a soli 60 anni: parliamo di Pietro Mennea. Nelle Olimpiadi del 1980 vinse l'oro nei 200 metri, impresa mai ripetuta da un azzurro dell'atletica.Infine, varcando i confini nazionali, merita di essere ricordato Paul Walker, la quarantenne star di Hollywood scomparsa in un incidente stradale. Noto in tutto il mondo per la serie "Fast and Furious", stava rientrando da una serata benefica per gli alluvionati delle Filippine.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]