Taiwan, aereo precipitato: il pilota spense il motore per sbaglio

02 luglio 2015, intelligo
Taiwan, aereo precipitato: il pilota spense il motore per sbaglio
Uno schianto, poi il silenzio. Cinquantotto vite spezzate, l’aereo nel fiume dopo aver sfiorato le auto che sfrecciavano sull’autostrada. Sono i flash della tragedia accaduta lo scorso 4 febbraio a Taipei.  

Il velivolo, un Atr 72 della TransAsia Airways precipitò nel fiume Keelung: a distanza di cinque mesi l’Ente dell'aviazione civile di Taiwan ha concluso le sue indagini arrivando alla conclusione che alla base dell’incidente ci fu un errore del pilota che spense il motore, appunto “per sbaglio”. Ed era l’unico motore rimasto in funzione dopochè l’altro si era spento trentasette secondi dopo il decollo. 
Dall’esame della scatola nera è arrivata la terribile conferma perché ci è impressa la voce del capitano Liao Jian-zong e le sue ultime parole prima dello schianto: “Wow, ho spento il motore per sbaglio”.

Un’ipotesi, quella dell’errore umano, già venuta fuori subito dopo l’incidente le cui immagini drammatiche sono rimaste nella memoria di tante persone in tutto il mondo grazie a un video amatoriale che fu seguitissimo sulla Rete. Nel video si vedeva chiaramente l’aereo che prima di finire nel fiume colpì con un’ala un taxi che stava procedendo sull’autostrada. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]