Patologia neurologica da Zika: il virus scatena la Guillain-Barrè

02 marzo 2016 ore 8:41, Andrea Barcariol
Il virus Zika causa una grave sindrome neurologica
Un team di scienziati dell'Istituto Pasteur ha infatti confermato che il virus Zika causa la sindrome di Guillain-Barre, una patologia che dà problemi neurologici molto gravi. 
Il legame tra il virus Zika e la sindrome di Guillain-Barre’ (Sgb) è stato confermato grazie a uno studio partito dall'analisi di una situazione analoga che si e’ presentata due anni fa. "Avevamo osservato nella Polinesia francese che il numero dei casi di Sgb si era moltiplicato di 17 volte nel corso dell’epidemia di Zika rispetto alle percentuali normalmente registrate in quella regione" riferisce Arnaud Fontanet, professore responsabile dell’Unità di epidemiologia delle malattie emergenti dell’Istituto Pasteur, e coordinatore dello studio che è apparso sulla nota rivista scientifica The Lancet. 
"Il collegamento è forte tanto quanto quello tra il tabacco e il cancro ai polmoni", ha sottolineato Fontanet.
I ricercatori hanno affermato che questi pazienti, 42 in tutto, hanno sviluppato problemi neurologici circa sei giorni dopo l’infezione causata dal virus Zika e ritengono che  la sindrome di Guillain-Barrè potrebbe insorgere su un caso ogni 4mila pazienti colpiti da Zika. "Questi pazienti tendevano a peggiorare più rapidamente di quanto siamo abituati a vedere con la sindrome Guillain-Barrè - ha Fontanet - Ma una volta superata la fase acuta della malattia, il loro recupero tendeva ad essere migliore".
Nessuno dei 42 pazienti è morto, ma alcuni hanno bisogno di aiuto per camminare.

Patologia neurologica da Zika: il virus scatena la Guillain-Barrè
"La sindrome di Guillain-Barré - spiega l’Organizzazione mondiale della sanità - può essere scatenata da una serie di infezioni, comprese quelle da virus ‘parenti’ di Zika come Dengue o Chikungunya. Circa il 25% dei pazienti ha bisogno di cure in terapia intensiva, e il 3-5% muore a causa di complicanze respiratorie, arresto cardiaco o occlusioni dei vasi sanguigni". 
Gli autori dello studio sottolineano che si tratta della prima dimostrazione diretta della correlazione fra il virus Zika e la sindrome di Guillain-Barré. "A causa della diffusione sempre maggiore del virus nel continente americano i Paesi a rischio dovrebbero prepararsi con un numero di posti adeguati nelle terapie intensive per trattare la sindrome. E’ necessario controllare con attenzione chi ha contratto questo virus, soprattutto se presenta il sintomo della debolezza agli arti inferiori e difficoltà nel camminare" ha concluso Fontanet.

 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]