Disabili e minori costretti a mendicare, presa banda di schiavisti romeni

02 marzo 2016 ore 8:09, Micaela Del Monte
I Carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, hanno sgominato una banda di romeni che costringeva i propri connazionali, spesso affetti da disabilità fisiche, a mendicare per strada per poi impossessarsi di tutti i soldi raccolti. 
Le indagini hanno portato all'individuazione di un gruppo criminale composto da cittadini romeni dedito alla tratta di persone e alla loro riduzione in schiavitù (ipotesi - solo quest'ultima - per la quale il gip ha ritenuto non sussistente un quadro di gravità indiziaria). 

Gli inquirenti, nel corso dell’indagine, hanno ricostruito come gli indagati si recavano in Romania dove reclutavano un po’ di connazionali ai quali pagavano il viaggio promettendo loro un lavoro in Italia. Una volta arrivati invece gli stranieri venivano privati dei documenti e costretti a mendicare all'angolo dei marciapiedi. 

Trattati come veri e propri schiavi: all’organizzazione, infatti, andavano 10 euro quale "pizzo" per l’occupazione del marciapiede e in più i romeni avrebbero dovuto restituire i soldi del viaggio. Una spirale che difficilmente poteva essere spezzata. Le indagini, comunque, continuano ancora: sembra improbabile, infatti, che il sodalizio criminale possa essere composto solo da cinque persone.  Tutto il denaro ricavato con l'elemosina, poi, veniva consegnato ai membri dell'organizzazione e chi provava a ribellarsi subiva violenze fisiche e privazioni. Altri due romeni, destinatari del provvedimento restrittivo, sono irreperibili e indagato è anche un minorenne.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]