La verità fa la forza: Pisapia e Amnesty per Giulio Regeni con striscione

02 marzo 2016 ore 14:31, Micaela Del Monte
La soluzione del caso Giulio Regeni sembra molto più che lontana e anche Milano infatti ha aderito all'iniziativa di Amnesty International Italia per chiedere verità sull'uccisione del giovane ricercatore avvenuta in Egitto. Per questo nella mattinata di oggi è apparso uno striscione sulla facciata di Palazzo Marino, sede del Comune. 'Verità per Giulio Regeni'  recitava il testo nero a sfondo giallo srotolato dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, insieme, tra gli altri, al presidente del Consiglio comunale, Basilio Rizzo, che ha letto alla stampa una lettera della famiglia di Giulio Regeni, che ha ringraziato la città attraverso il suo avvocato, Alessandra Ballerini.

La verità fa la forza: Pisapia e Amnesty per Giulio Regeni con striscione
"Oggi Milano e i milanesi, con l’esposizione dello striscione su Palazzo Marino, esprimono la propria vicinanza ai familiari, agli amici e ai colleghi di Giulio, ribadendo con forza che non saranno lasciati soli nella richiesta di verità e giustizia", ha affermato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. "Facciamo un appello perché si faccia chiarezza su quanto accaduto a Giulio Regeni. Abbiamo deciso di esporre lo striscione come messaggio alla città e per sensibilizzare i milanesi in modo che questa vicenda non venga dimenticata. La città di Milano è dalla parte della verità e vicina alla famiglia e vogliamo che il Paese e il mondo lo sappiano", hanno dichiarato il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo e i consiglieri comunali Lamberto Bertolè (capogruppo Pd), Paola Bocci (Pd), Andrea Fanzago (Pd), Luca Gibillini (Sel), Anita Sonego (capogruppo Sinistra x Pisapia) e Pietro Tatarella (capogruppo Forza Italia), presenti oggi all’iniziativa.

La famiglia Regeni ha inviato un ringraziamento al comune di Milano per la vicinanza e l’impegno nella richiesta di verità. "Verità per Giulio non è solo uno slogan ma una imprescindibile istanza di giustizia per tutti i cittadini": così si legge nel messaggio dei familiari.

Anche Amnesty International Italia, attraverso il presidente Antonio Marchesi, ha voluto ringraziare il comune e i consiglieri: "Siamo felici che una città così importante sostenga la richiesta di conoscere come e da chi sia stato ucciso Giulio. Lo dobbiamo a lui, ai suoi straordinari genitori, agli altri familiari, ai suoi amici e colleghi. Continueremo a chiedere Verità per Giulio Regeni anche quando il tempo dell’indignazione e dell’emozione rischierà di scadere e siamo certi che il comune di Milano sarà al nostro fianco. Grazie ancora".

La verità fa la forza: Pisapia e Amnesty per Giulio Regeni con striscione
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]