La notte da incubo di Halloween diventa realtà: morti e feriti in tutto il mondo

02 novembre 2015, Micaela Del Monte
La notte dei fantasmi si è trasformata in un vero e proprio incubo horror.  Morti, scontri e intossicazioni, tutto il mondo ha subito le ripercussioni di questo Halloween. Non solo negli Stati Uniti, infatti ormai i festeggiamenti legati alla notte delle streghe sono sempre più comuni anche in Europa, dove sta a acquisendo sempre più successo e sempre più "seguaci".

Quest'anno però ad andare storto è stata più di una cosa e adesso si raccoglie il bilancio negativo della scorsa domenica.

La notte da incubo di Halloween diventa realtà: morti e feriti in tutto il mondo
Ad esempio nel Bronx, a New York, tre persone sono morte dopo essere state travolte da un'auto mentre erano sul marciapiede nel tradizionale 'dolcetto o scherzetto' di Halloween. Il conducente avrebbe sbagliato manovra e invece di svoltare sulla strada, ha diretto l'auto contro il gruppo di persone. Le vittime sono una bimba di 10 anni, un ragazzo di 21 e un altro adulto. Altre tre persone sono rimaste ferite, tra cui una bambina di tre anni ricoverata in gravi condizioni. Il conducente dell'auto, 63 anni, è pure rimasto ferito ed è stato trasportato in ospedale. 

Una persona è stata uccisa e un'altra ferita in una sparatoria avvenuta nella notte in una università della Carolina del Nord. "Confermiamo che ci sono stati un morto e un ferito. Tutti e due sono verosimilmente degli studenti", hanno scritto i responsabili dell'università di Winston-Salem sul loro account di Facebook. La sparatoria è stata segnalata alle 1:20 ora locale (6:20 italiana), mentre fuori e in tutti gli Stati Uniti si festeggiava Halloween. Per più di tre ore, gli studenti sono dovuti rimanere confinati nelle loro stanze prima di essere di nuovo autorizzati a circolare liberamente. I responsabili dell'ateneo hanno fatto il nome di un sospetto nel loro messaggio.

A Londra invece un rave party non autorizzato è sfociato in scontri in pieno centro tra la polizia e i partecipanti, 4 poliziotti sono stati feriti e diverse persone sono state invece arrestate. Scotland Yard ha spiegato che i partecipanti al rave, organizzato nel distretto di Lambeth, hanno lanciato contro gli agenti bottiglie, una molotov e suppellettili durante i prolungati scontri, durati sei ore. Il party, era stato organizzato su Facebook e l'evento contava circa 4mila partecipanti

Per quanto riguarda il nostro Paese invece i problemi gli ha causati per lo più l'alcool. 

Ventidue giovani, a Milano, sono stati soccorsi dal 118 per intossicazioni etiliche. Quattro gli interventi del pronto soccorso al sito espositivo di Expo, al termine della serata di chiusura: si tratta di ragazzi tra i 20 e i 27 anni. Uno di loro, di 23 anni, è stato portato all'ospedale di Garbagnate, mentre il 27enne al San Carlo in codice giallo. A Saronno il caso più grave: verso le tre del mattino, in via Maestri del Lavoro, un 29enne è stato portato in codice rosso all'ospedale della città.

Tre sedicenni sono stati invece curati al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Nuova di Firenze per una intossicazione acuta da alcol. I medici hanno allertato la polizia, che sta cercando di risalire a chi ha venduto l'alcol ai tre ragazzi. Dopo le cure mediche, i sedicenni sono stati affidati ai loro genitori, avvertiti dalla polizia. Sempre durante i festeggiamenti di Halloween, la polizia è intervenuta per due risse: una davanti a un pub in piazza del mercato centrale, dove un inglese di 45 anni è stato colpito con una bottiglia da un romeno di 20, che è stato arrestato. L'altra in via del Porcellana, dove una turista inglese è stata picchiata da una italiana, che poi è fuggita. L'aggressione sarebbe scattata dopo un precedente litigio avvenuto fra le due in un locale del centro.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]