Rachael, l’ex modella ha vinto l’anoressia "denunciandola". Come la nostra Benedetta Barberis

02 novembre 2015, intelligo
Rachael, l’ex modella ha vinto l’anoressia 'denunciandola'. Come la nostra Benedetta Barberis
Vittima dell’anoressia e senza denaro a sufficienza per curarsi. Ha chiesto aiuto raccontando la sua storia sui social network. E’ la storia di Rachael Farrokh, ex  modella americana: sei mesi fa aveva rivolto un disperato appello agli utenti della rete con parole che hanno toccato il cuore e smosso le coscienze: “Sto morendo di anoressia, aiutatemi”. 

La risposta è arrivata e da tutto il mondo ed è stato così intensa da permetterle di salvarsi.  Rachael pesava venti chili per un metro e settanta di altezza; su Facebook aveva postato foto allucinanti del suo fisico ridotto pelle e ossa. Una richiesta di aiuto perché la donna non aveva abbastanza denaro per curarsi. Così la rete le ha teso la mano e in pochi mesi sono stati raccolti 200mila dollari, messi insieme attraverso un profilo di raccolta fondi: GoFundMe. Sulla pagina Facebook, “Rachael’s Road to Recovery” la donna ha tenuto aggiornate tutte le persone che insieme a lei hanno combattuto la sua battaglia per la vita. Fasi complicate, con alti e bassi ma alla fine Rachael ce l’ha fatta. Prima il ricovero in una struttura sanitaria in Portogallo, poi la fine del tunnel. In questi giorni la ex modella americana è tornata a Washington per partecipare alla seconda marcia annuale contro i disturbi alimentari. 

Le sue parole hanno ancora una volta fagtto centro: “Ho una grande famiglia, si chiama il mondo. Ho riacquistato chiarezza e forza nella mia mente”. Ora Racahel è una donna “entusiasta della vita, perché quello che era un barlume di speranza 3 mesi fa si è trasformato in una certezza di vivere. Il mio obiettivo in questo processo di recupero è quello di creare consapevolezza per aiutare gli altri che combattono questa malattia”. La sua esperienza adesso la metterà al servizio delle persone che hanno avuto la sua stessa storia. La svolta è iniziata da un appello su YouTube: Rachael era costretta a letto, senza fiato e scheletrica. Ora è una donna nuova.

BENEDETTA COME RACHAEL. La storia di Rachael è la storia di Benedetta Barberis: ragazza italiana guarita dall'anoressia con un libro – “Luce, buio, luce. Dall'anoressia alla scelta”, perché “la scrittura è come la parola – ha spiegato la giovane torinese -, rappresenta un modo per essere ascoltati e io avevo terribilmente bisogno di essere ascoltata”. Per lei che un anno fa ce l’ha fatta e adesso mette al servizio degli altri la sua esperienza di dolore ma anche di speranza, di riscossa, ci sono altre persone che si lasciano vincere dall’anoressia. Nel giugno del 2014 una ragazza di 29 anni a Moncalieri, si gettò da un parcheggio multipiano togliendosi la vita. 




autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]