La “rivoluzione” dei Manga e dei videgames al Lucca Comics: chi sono i cosplayers

02 novembre 2015, intelligo
La “rivoluzione” dei Manga e dei videgames al Lucca Comics: chi sono i cosplayers
C’è un nuovo vocabolo che Lucca Comics ci insegna: cosplayers. Nel weekend hanno invaso la città toscana capitale mondiale della rassegna che ormai rappresenta un appuntamento fisso tra gli eventi clou della grande tradizione italiana e non dei fumetti.

Cosplay è un termine inglese che ne riassume due: cos e play. Indica l’arte di interpretare modi di fare – dal look al mondo di parlare – di personaggi noti della tradizione fumettistica. Dunque il cosplayer è colui che vive, o meglio rivive, il personaggio della saga preferita, indossandone il costume. Fenomeno in crescita in Occidente che trae la propria origine dai manga: il cosplay nasce in Giappone alla fine degli anni Settanta ma solo negli anni Novanta raggiunge il picco massimo di notorietà – e di seguaciu – in tutto il mondo. L’evoluzione dei tempi moderni si è estesa ai cartoni animati, ai fumetti, ai libri e ai videogames, oltre agli intramontabili giochi di ruolo. Insomma, volendo sintetizzare, è il gioco dei travestimenti. In Giappone i Cosplayer scelgono personaggi della galassia Manga e videogame più celebri; dopodichè si travestono dai loro super-eroi in occasione di manifestazioni ad hoc o per condividere una passione con gli amici organizzato serate a tema. Se in Giappone il filo conduttore è questo, in Europa e negli Usa i cosplayer si orientano su saghe famose del genere fantasy, in primis Star Wars o Star Trek. In Italia Lucca Comics ha colto la tendenza dedicando una sezione della rassegna ai raduni dedicati al cosplay.

NUMERI DA RECORD. L’edizione 2015 del Lucca Comics & Games si è chiusa con numeri da record. Più di 400mila persone hanno fatto tappa nella città toscana e gli organizzatori hanno staccato qualcosa come 220mila biglietti. Cinque le sezioni dedicate: Comics, Games, Junior, Music& Cosplay e Movie, distribuiti nei settecento stand presi d’assalto dal pubblico e dagli appassionati. Chiusi i battenti, si lavora già all’edizione 2016 che celebrerà il cinquantenario. Intanto a marzo c’è un nuovo appuntamento collegato alla kermesse: si tratta di Collezionando, evento rivolto ad esperti e non del fumetto d’antan. A Lucca è’ l’ora dei collezionisti.

LuBi
 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]