Genova, "troppi problemi, via con me": poliziotto poi suicida uccide moglie e figlie

02 novembre 2016 ore 20:01, Andrea De Angelis
Un dramma nel dramma. Di quelle storie che non si vorrebbero mai raccontare e che invece questa mattina hanno travolto la città di Genova. Un suo abitante, poliziotto cinquantenne, ha ucciso la moglie, le due figlie e poi si è tolto la vita. 

Secondo quanto riporta l'Adnkronos, l'uomo prima di farla finita avrebbe chiamato il 113. Sul luogo del pluriomicidio, sempre secondo l'agenzia, sarebbe stato trovato un biglietto con su scritte le seguenti parole: "Troppi problemi. Non voglio lasciare moglie e figlie senza marito, padre e con problemi: porto tutti con me".

Genova, 'troppi problemi, via con me': poliziotto poi suicida uccide moglie e figlie

Secondo Il Fatto Quotidiano le due giovani vittime avevano rispettivamente quattordici e dieci anni. La strage è avvenuta presumibilmente alle prime luci dell'alba. Luogo del delitto la casa della famiglia in quel di Cornigliano, a pochi passi dal capoluogo ligure. 
Il giornale sottolinea come l’omicidio-suicidio ricordi un episodio analogo avvenuto nella stessa zona di Cornigliano nel 2003, con protagonista anche allora un poliziotto quarantasettenne. L'uomo uccise con la pistola di ordinanza la donna e i bimbi di 8 e 4 anni, prima di togliersi la vita.

Tra le prime ipotesi quella di possibili debiti di gioco, ma è chiaro che davanti al moltiplicarsi delle voci occorrerà attendere l'esito delle indagini per far davvero luce sull'accaduto. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]