Che fine faranno i badogliani? La storia parla di una maledizione

02 ottobre 2013 ore 15:28, Marta Moriconi
Che fine faranno i badogliani? La storia parla di una maledizione
Già Adamo ed Eva, i primi volta gabbana, ebbero una vita difficile. Ma lasciamo perdere il passato remoto e passiamo alla politica.
Il tradimento non è una cosa bella e, quanto agli italiani, lo hanno sempre punito. E’ soprattutto la storia di destra ad essere segnata da questa macchia. E tutti ricordano quella fedeltà al fascismo che cadde con i badogliani e i venticinqueluglisti. Ma è interessante sapere che da un’indagine statistica, a cura di Arnaldo Ferrari Nasi, sull’8 settembre 1943 il 18% degli italiani non aveva un giudizio proprio, eppure i fatti erano chiari: il 25 luglio Vittorio Emanuele III ha fatto arrestare Benito Mussolini, determinando il crollo del regime fascista. Ma la figura che passa alla storia come quella di un traditore è quella del futuro capo del governo, Pietro Badoglio, che aveva comandato la fascistissima guerra all’Etiopia. Un po’ come Alfano era segretario di quel Pdl creato da Berlusconi, padre padrone ma solo fino a ieri. Non vorremmo sottolinearlo, ma i traditori in Italia, o meglio quelli che vengono percepiti come tali, non hanno un gran futuro. Anche ai nostri giorni. L’ultimo in ordine di tempo ad aver tradito un popolo e ad aver raccolto la sua fuoriuscita dalla scena politica è stato Gianfranco Fini. E non parliamo di quel Pierferdinando la cui scelta di non sostenere più il Pdl fu percepita assai male dai centristi col cuore a destra.

Insomma oggi Alfano, Quagliarello, Lorenzin, Giovanardi & Co hanno forse vinto una battaglia, ma è il voto il vero banco di prova per tutti, per i Berlusconiani e non. E l’Italia non perdona chi fa il salto della quaglia. Soprattutto se lo fa quando storicamente, il capo è più malfermo.

E se poi fosse pronta, in pole position, una certa signora che di nome fa Marina e di cognome Berlusconi, il gioco sarebbe davvero ancora aperto. Silvio darebbe vita al nuovo, e gli altri sarebbero vecchi “prodotti” riciclati.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]