Facebook: "citazione preferita", istruzioni per l'uso

02 ottobre 2015, Americo Mascarucci
Facebook: 'citazione preferita', istruzioni per l'uso
Occhio a Facebook! Quante volte abbiamo sentito ripetere questa frase con riferimento alle cose da scrivere. Ci è stato sempre detto che non si può scrivere tutto ciò che si vuole e che sarebbe opportuno vagliare bene contenuti e foto che si pubblicano sul proprio profilo e i post che si sceglie di condividere. 

Questo probabilmente lo fanno già tutti, ma c’è una sezione particolare che molti, c’è da star certi, avranno beatamente dimenticato. Quando ci si iscrive infatti per la prima volta a Facebook, ci viene richiesto fra le altre cose di scrivere una citazione preferita. Molti si sono iscritti al popolare social network dal giorno del suo arrivo in Italia, ossia sette anni fa, esattamente nel 2008. Può darsi che al momento dell’iscrizione l’utente abbia scritto una frase dettata così sul momento, magari banale, imbarazzante e volgare. 

Poi quella sezione non comparendo praticamente più sul profilo è stata dimenticata, ma tutti quelli che dall’esterno vanno a visionare il profilo dell’utente magari per chiedergli l’amicizia o per rispondere ad una sua richiesta, la trovano puntualmente riportata nella categoria informazioni; e quella frase potrebbe non piacere o dare un’immagine sbagliata della persona. Perché magari dopo sette anni l’utente ha pure cambiato idea, non condivide più nemmeno tanto quella citazione di molti anni prima, ma non l’ha mai cambiata o rimossa perché in cuor suo si è dimenticato di averla scritta. 

Mettiamo il caso che sette anni fa l’utente fosse un adolescente appena quindicenne; oggi magari si sta per laureare e le cose che si sono scritte a quindici anni potrebbero non essere appropriate ad un futuro dottore in legge, ad un medico, ad un ingegnere ecc. Che fare quindi? Basta andare sulla propria pagina personale, cliccare su “informazioni” e poi selezionare nel menù a sinistra “le tue informazioni”. 

Uscirà la sezione “Citazioni preferite” e si potrà modificare tranquillamente il contenuto. Chi pensa dunque di aver scritto anni fa una citazione impropria, inopportuna o anche soltanto superata, ebbene si affretti ad aggiornare il campo. Chi non si ricorda invece cosa ha scritto, vada a controllare e poi decida se mantenere o meno la citazione scelta.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]