Sesso, cinque false credenze sull'orgasmo di lei

02 settembre 2015, intelligo
Uomini, in alto i cuori (e non solo) perché questa volta il ritmo del vostro muscolo più importante (cosa avevate capito...) potrà davvero migliorare. Almeno a letto. 

Sesso, cinque false credenze sull'orgasmo di lei
La passione, si sa, è intima.
Ma alcuni consigli pubblici possono essere utili per sfatare delle credenze che rischiano di rovinarvi i momenti più segreti. Veri e propri falsi miti che proviamo a disinnescare, quasi fossero una minaccia esplosiva al vostro star bene con la propria partner. 

Scopriamo quali sono le false credenze sull'orgasmo di lei...

1. L'orgasmo femminile non è di un solo tipo
Ogni donna può raggiungere ben 4 tipi di orgasmo, anche se il clitoride ha sempre un ruolo fondamentale nel raggiungimento del piacere. Nonostante ciò, non esistono orgasmi di serie A o di serie B, sono semplicemente diversi e soprattutto ogni donna può provare più piacere con l'uno o con l'altro.

2. Ci può essere un orgasmo anche senza penetrazione
Il clitoride è quella parte esterna della vagina predisposta esclusivamente al piacere. L’orgasmo nella donna è quasi sempre provocato dalla stimolazione del clitoride e di conseguenza può essere raggiunto anche senza la penetrazione, attraverso la stimolazione manuale o orale. Dunque non siate precipitosi nel penetrare: alla vostra partner potrebbe non piacere...

3. In una coppia non deve esserci per forza un orgasmo simultaneo
Basta con il disperato tentativo di raggiungere il piacere insieme! Ogni partner ha i suoi tempi e i suoi ritmi, l’importante è raggiungere la soddisfazione reciproca, non certo contemporanea. Un orgasmo del genere può avvenire nel momento in cui l’uomo riesce a controllarsi e ad aspettare i tempi legati al piacere della donna, ma non è certo un qualcosa di semplice e scontato. Insomma, non deve diventare un pensiero fisso.

4. Il clitoride è destinato solo al piacere
Vi state chiedendo quale sia la funzione dei denti del giudizio? Provocare, o quasi, esclusivamente dolore. Bene, in compenso il clitoride serve soltanto ed esclusivamente per godere e non è dotato di nessuna altra funzione. Dunque non perdete tempo.

5. Il punto G non è il clitoride
Il piacere provocato dal punto G non è uguale a quello del clitoride. Si dice che il primo sia più intenso e diffuso, mentre il secondo più concentrato ed esplosivo. Attenzione però: in alcuni casi il punto G può essere collocato subito dietro l’ingresso della vagina e quindi il piacere provocato dalla sua stimolazione potrebbe essere confuso con quello clitorideo.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]