Brasile, impeachment per Rousseff (che grida al golpe). E ora?

02 settembre 2016 ore 7:37, Luca Lippi
Dilma Rousseff è stata accusata, tra le altre cose, di favorire, più che le classi povere, le banche private e i ricchi. Anche se le accuse principali si riferivano ad altri fatti, come la presunta violazione della Costituzione. Si è difesa come una leonessa dalle accuse, tuttavi da segnalare che il dibattimento si è svolto con toni pacati e estremamente civili, esattamente il contrario di quello che si svolgeva fuori fra oppositori e seguaci della presidente.
Nei fatti però, la più grave crisi istituzionale del Brasile post-dittatura si è conclusa con la destituzione della presidente Dilma Rousseff, ponendo fine a 13 anni di governi di sinistra. 
Chi è Dilma Rousseff? E’ un'ex guerrigliera marxista torturata in carcere durante la dittatura militare; ricostruì la sua vita nel Rio Grande del Sud, dove, insieme con Carlos Araújo, suo compagno per più di trent'anni, contribuì alla fondazione del Partito Democratico Laburista (PDT) e partecipò attivamente a diverse campagne elettorali. Ricoprì l'incarico di segretaria municipale della Fazenda di Porto Alegre nel governo di Alceu Collares e più tardi fu segretaria statale per le miniere e per l'energia nei governi di Alceu Collares e diOlívio Dutra; mentre rivestiva questo ruolo si avvicinò al Partito dei Lavoratori (PT) nel 2001.
Partecipò al gruppo di lavoro che stese il programma per il settore energetico della campagna elettorale di Luiz Inácio Lula da Silva alla presidenza della Repubblica nel 2002; Lula la nominò ministro della Casa Civil, una sorta di ministro dell'Interno con funzioni di sottosegretario alla presidenza del consiglio. La rivista brasiliana Época la mise sulla lista delle donne brasiliane più influenti nel 2009.

Brasile, impeachment per Rousseff (che grida al golpe). E ora?

Come esce dal processo? Il presidente Dilma Rousseff ha parlato di colpo di Stato, usando toni durissimi e rispolverando l'ipotesi del complotto: “Un gruppo di corrotti indagati è salito al potere, da oggi metteremo in atto la più ferma e instancabile opposizione che un governo golpista, omofobo e razzista può soffrire. Farò ricorso in tutte le istanze, il mio non è un addio ma un arrivederci a breve”. I senatori hanno respinto la richiesta di cassare i diritti politici di Dilma per otto anni, dopo che la difesa della presidente deposta è riuscita a farla scorporare dalla prima votazione. Un punto importante a favore della ex presidente, almeno sul piano morale.
Perché è stata processata? È stata ritenuta responsabile di una lunga serie di errori che hanno acuito la crisi economica e politica. Una crisi aggravata soprattutto dalle inchieste sugli scandali di mazzette elargite ai partiti dal colosso petrolifero Petrobras che hanno decapitato i vertici del Partito dei lavoratori, coinvolgendo anche il fondatore Lula. Ma è anche vero che Rousseff, 68 anni, mai indagata nelle inchieste di corruzione che hanno portato in carcere decine di politici di tutto l'arco costituzionale, è stata processata e condannata da un parlamento composto al 60% da inquisiti. 
Secondo Dilma Rousseff, la richiesta di impeachment avrebbe una seconda finalità: prendere il potere per insabbiare l'inchiesta Lava Jato, la Mani Pulite brasiliana, condotta dal giudice Sergio Moro. Un sospetto che ha trovato conferma nella dimissioni di due ministri del governo di Temer, intercettati mentre discutevano su come ostacolare gli inquirenti.
Cosa succede ora? Il suo successore, Temer, ha giurato in Senato prima di partire per il vertice del G20 in Cina. Dice che il suo governo sarà di pacificazione nazionale, ed ha teso la mano alla nuova opposizione del Pt. Il nuovo presidente, 75 anni, leader del maggiore partito brasiliano non solo non avrà il sostegno del Pt (come annunciato da Rousseff) ma dovrà fare i conti anche con un Paese diviso e alle prese con un'economia in recessione da sei trimestri consecutivi, un'inflazione in doppia cifra e con un mercato del lavoro che ha perso due milioni di posti negli ultimi 12 mesi. Senza contare le accuse rivoltegli da alcuni pentiti dell'inchiesta Lava Jato, che lo indicano come collettore di tangenti. Un futuro piuttosto fumoso oltre che incerto.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]