Cape Canaveral, esplode "missile Facebook" per connettere dallo spazio [FOTO]

02 settembre 2016 ore 8:41, Andrea De Angelis
Prima il boato, poi le fiamme e il fumo nero. La notizia ha fatto in un attimo il giro del mondo, ma fortunatamente solo tanta paura e un danno economico, quello sì, di un certo conto. 

Una forte esplosione è avvenuta sulla rampa di lancio del missile Falcon 9 di SpaceX, a Cape Canaveral in Florida, forse per una anomalia dei motori, dicono i media americani. Le foto, pubblicate su Twitter, mostrano fiamme arancioni e fumo nero provenire dalla stazione spaziale. 
"In base alle precise regole di sicurezza adottate in questi test molto delicati e pericolosi, sulla piattaforma di lancio non c'erano tecnici né scienziati e dunque non ci sono feriti", precisa SpaceX in una nota. Tuttavia il fallimento del test dovrebbe cambiare il programma del gruppo californiano di Elon Musk che avrebbe dovuto lanciare in orbita il razzo proprio sabato 3 settembre. A bordo del missile il satellite Amos 6, di proprietà della società israeliana Spacecom. La missione di Amos 6, finanziata da Facebook insieme al gruppo francese Eutelsat, ha come scopo quello di connettere milioni di persone a internet dallo spazio, permettendo al social network di arrivare a coprire zone ancora isolate come quelle dell'Africa subsahariana. 

Cape Canaveral, esplode 'missile Facebook' per connettere dallo spazio [FOTO]
Fondata nel 2002 dall'imprenditore Elon Musk - amministratore delegato di Tesla e cofondatore di PayPal -, Space X è una delle poche società private a fornire servizi di trasporto spaziale e nasce con l'obiettivo di ridurre i costi dei lanci spaziali e favorire (in un futuro prossimo) la colonizzazione di Marte. Per quanto riguarda l'esplosione di oggi, ricorda AskaNews, si tratta di una missione privata alla quale l'agenzia aerospaziale americana non ha preso parte.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]