Dropbox, hacker violano 68 milioni di password: cosa fare ora

02 settembre 2016 ore 10:36, Andrea De Angelis
A rischio c'è un numero di account pari a una popolazione di utenti superiore agli abitanti dell'Italia intera. Numeri importanti dunque, al punto che l'azienda è subito intervenuta spiegando cosa fare in questo momento. 

Il popolare servizio di archiviazione file e foto, in una mail chiede agli utenti di aggiornare la parola chiave, l'avviso "a titolo preventivo" è stato inviato a chi si è registrato prima della metà del 2012.
"Considerando il modo in cui monitoriamo le eventuali minacce e proteggiamo le password, riteniamo che non si siano verificati accessi indesiderati ad alcun account. Tuttavia, tra le altre numerose precauzioni, richiediamo a tutti coloro che non hanno cambiato la password dalla metà del 2012 di aggiornarla la volta successiva che effettuano l'accesso", spiega il servizio. Come ricorda l'Ansa, qualche settimana fa anche per altri big come Yahoo!, LinkedIn e MySpace, sono emerse vecchie violazioni di account risalenti al periodo 2012-2013. Nel caso di Yahoo!, gli hacker avrebbero già piazzato sul mercato del 'dark web' 200 milioni di e-mail e password.

Dropbox, hacker violano 68 milioni di password: cosa fare ora
Dropbox è un servizio di file hosting gestito dalla società americana Dropbox Inc., che offre cloud storage, sincronizzazione automatica dei file, cloud personale e software client. Si basa sul protocollo crittografico Secure Sockets Layer (SSL), i file immagazzinati e accessibili tramite password vengono cifrati tramite AES con chiave a 256 bit. Il programma per usufruire del servizio, scaricabile gratuitamente, è disponibile per Windows, macOS, Linux, iOS, BlackBerry OS, Android, Windows RT e Windows Phone.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]