Il '94 di Parisi (ri)parte da Milano: "Qui tutto è iniziato"

02 settembre 2016 ore 16:12, Americo Mascarucci
"Ripartiamo da Milano per generare energia positiva". 
Così Stefano Parisi - l'ex candidato sindaco del centrodestra, ora leader dell'opposizione - ha chiamato ieri a raccolta i suoi sostenitori per preparare la convention della nuova Forza Italia il 16 e 17 settembre. 
Parisi parla ai suoi, ai candidati della lista civica con cui aveva corso come sindaco di Milano per motivarli in vista delle sfide imminenti. 
"Riteniamo che serva una stagione che rafforzi, rilanci e aggiorni le idee di Silvio Berlusconi nel 1994. È da quelle radici che si deve ripartire. Vogliamo creare - ha spiegato Parisi - una piattaforma liberale, popolare positiva, non contro qualcuno o qualcosa, vogliamo creare qualcosa che generi energia positiva per riportare le persone ad avere fiducia nella politica". 

Il '94 di Parisi (ri)parte da Milano: 'Qui tutto è iniziato'
Ma perché Milano? "Ho pensato che fosse giusto ripartire da Milano - ha risposto - perché è qui che il 28 giugno, dopo l’esperienza delle amministrative, è ricominciato il nostro progetto per rigenerare la politica e risolvere i problemi del Paese. Io non credo nelle forze politiche che nascono perché magari hanno il consenso della stampa, ma non della gente. Noi non facciamo Scelta Civica. Crediamo serva una nuova stagione che riparta dalle idee di Berlusconi del 1994, che devono essere rafforzate e aggiornate in chiave attuale".  
"Molti mi accusano di non aver espresso una posizione chiara sul referendum costituzionale -aggiunge ancora -  lo dico chiaramente, io voterò no e non per cacciare Renzi, ma per l’argomento che Renzi sta utilizzando, 'o vinco io o c’è il caos'. Io - conclude - credo che occorra istituire una assemblea costituente fatta di persone che lavorino solo a quello".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]