Torino, tenta la rapina ma il barista (ferito) lo caccia: arrestato 26enne

02 settembre 2016 ore 16:44, Micaela Del Monte
Non sono servite una serie di coltellate al collo e ad un braccio per mettere fuori gioci il proprietario del locale che cercava di rapinare. Un 26enne infatti prima, intorno all’una di notte, un giovane in stato di ebbrezza è entrato nel locale chiedendo da bere pur non avendo soldi. Dopo aver bevuto un caffè, ha disturbato alcuni clienti poi si è allontanato.

Torino, tenta la rapina ma il barista (ferito) lo caccia: arrestato 26enne
Circa due ore dopo è tornato armato di coltello e con il volto nascosto sotto un casco integrale bianco
. L’uomo ha chiesto al barista, un 35enne, puntandogli un coltello alla gola, di consegnargli il denaro presente in cassa. Al rifiuto il rapinatore è diventato sempre più aggressivo ed ha colpito più volte la vittima con alcune coltellate al collo e ad un braccio. Le ferite riportate dal commerciante sono guaribili in dieci giorni.

Dopo la colluttazione, l’aggressore, senza essersi impossessato del denaro, si è dato alla fuga in via Domodossola. Qui un residente ha segnalato agli agenti della squadra volante la presenza di un uomo nella rampa dei garage di uno stabile. Vistosi scoperto, il giovane, un ventiseienne italiano con precedenti, è scappato scavalcando il cancello e dirigendosi a piedi in via Rosolino Pilo.
Nel corso dell’inseguimento il giovane si è liberato degli indumenti indossati durante la rapina (giubbotto, casco e stivali da motociclista). Scalzo, è stato fermato in via Brione. Gli agenti hanno poi ritrovato anche il coltello, usato durante la rapina, che era stato nascosto sotto un veicolo in sosta in piazza Rivoli.

Il 26enne è stato arrestato per tentata rapina e per le lesioni procurare al barista. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]