Fratelli (taxi) d'Italia

20 febbraio 2013 ore 13:23, intelligo
Fratelli (taxi) d'Italia
di Marco Guerra “Uso i partiti come uso un taxi, salgo, pago la corsa e scendo”. Così Enrico Mattei usava la politica per fare dell’Eni la settima compagnia petrolifera del Mondo. A cinquant’anni dalla morte dello storico dirigente italiano le parti si sono invertite: i taxi usano la politica per un passaggio al parlamento. Ed è così che con Giorgia Meloni, Fabio Rampelli e Marco Marsilio anche il Presidente della cooperativa 3570 e dei radiotaxi d’Italia, Loreno Bittarelli, si candida alla Camera dei Deputati nella lista Fratelli d'Italia. Ecco spiegato perché l'ingrandimento del volto della giovane leader di Garbatella (co-fondatrice del movimento insieme a Guido Crosetto e Ignazio La Russa) campeggia sulle facciate di tutte le macchine bianche in servizio nella capitale. Si tratta di “una pubblicità volontaria e gratuita” assicura Bittarelli parlando a nome di tutti i taxisti di centrodestra del 3570. Neanche i taxi sono più quelli di una volta.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]