Renzi cerca il super-ministro ma il Papa è più veloce: pronto il ministero delle Finanze

20 febbraio 2014 ore 11:46, intelligo
Renzi cerca il super-ministro ma il Papa è più veloce: pronto il ministero delle Finanze
Un ministero delle Finanze Oltretevere. Gli otto cardinali-consiglieri di Papa Francesco lo hanno messo nero su bianco e la mission è centralizzare e razionalizzare le spese della Santa Sede e dello Stato di Città del Vaticano.
Proposta altamente innovativa per la Curia romana voluta dal Pontefice nel pacchetto di riforme che hanno già riguardato lo Ior e non solo. Se verrà accettata, è possibile che la proposta trovi attuazione in tempi brevi e si può capire anche come la novità avrà effetti diretti su molte competenze che dovrebbero essere unificate e trasferite nel nuovo organismo. Non è un caso, ad esempio, che l’idea di un “ministero delle finanze” sia stata avanzata non dalla commissione referente che sta esaminando le questioni di natura economico-amministrativa del Vaticano, bensì dagli otto cardinali che lavorano a stretto contatto con il Pontefice. Resta da capire che impatto avrà il nuovo organismo nella gestione dello Ior ma è facile comprendere che un ruolo lo eserciterà comunque se si considera, ad esempio che il “ministero” dovrebbe mantenere autonomia anche dalla Prefettura per gli affari economici. Con ogni probabilità sarà un cardinale a svolgere le funzioni di “ministro del Tesoro” e a valutare tutti i capitoli di spesa di ogni dicastero e degli uffici della Curia e dello Stato Vaticano.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]