Passera fa un partito per non fare il ‘passero’ solitario

20 febbraio 2014 ore 16:40, intelligo
Passera fa un partito per non fare il ‘passero’ solitario
L’annuncio sui social: domenica è il gran giorno di Corrado Passera. L’ex ministro del governo Monti lo comunica al popolo della Rete ma il tam tam mediatico è partito da tempo.
Passo corto o passo lungo? Lui si porta avanti: sul sito dedicato (www.corradopassera.it), su Tw e Fb anticipa i contenuti del movimento politico che piomba in campo proprio nella start up del governo-era-Renzi, con Berlusconi oggi più che mai in campo e Alfano in coalizione col Pd. Domandona: dove starà Passera? Al centro? Ma se perfino Casini ha ammesso che quel perimetro non c’è più e che la grande idea del centro si è rivelata per lui (come per tanti altri) un fallimento; cosa potrebbe fare Passera di diverso? Lo sapremo nei prossimi giorni. Intanto dal ‘manifesto’ secondo Passera, si scopre che “per rispondere alle esigenze delle famiglie, delle imprese e delle persone servono proposte forti. Per avvicinare la politica ai bisogni della gente bisogna riportarla sui contenuti. II 24 febbraio presenterò il mio programma per l'Italia. È un lavoro di squadra di molti mesi che condivideremo in un viaggio nel Paese, scoprendo le nostre ricchezze e incontrando gli italiani. No a nuove tasse, la priorità è il lavoro”. Non proprio una novità assoluta. Per ora c’è l’hastag: #unastorianuova
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]