Ritorna l'Arcisate-Stabio, la tratta attiva dal 2017: l’impegno scritto sulla Gazzetta Ufficiale

20 gennaio 2016 ore 10:51, intelligo
Con l’approvazione messa nero su bianco in Gazzetta ufficiale ad inizio anno è arrivato anche l’ultimo via libera burocratico per la ripartenza dei lavori nel cantiere della Ferrovia Arcisate Stabio che da Induno Olona completerà il tracciato ferroviario con la Svizzera. 
I cantieri sono ora a pieno regime dopo l’approvazione da parte della Corte dei Conti della delibera CIPE per il conferimento delle terre da scavo. Lo stato di avanzamento dei lavori, comprendente opere civili, armamento ferroviario e sistema di alimentazione elettrica dei treni, è attualmente al 50%. Resta confermato il cronoprogramma di RFI comunicato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla Regione Lombardia e ai comuni interessati. Il cronoprogramma  prevede il completamento delle opere ferroviarie entro maggio 2017 e la conclusione di tutti i lavori entro settembre 2017. L'attivazione  commerciale della linea è invece previsto entro dicembre dello stesso anno.
Alla Regione Lombardia è stato firmato un accordo che introduce alcune novità importanti per i comuni coinvolti in questi anni dai lavori. In particolare sono tre i paesi interessati dalla realizzazione di opere rivolte a ridurre i disagi subiti dagli abitanti.
Ad Arcisate sarà realizzato un nuovo collegamento stradale tra via Luscino e via XXIV Maggio, lungo la strada comunale del Baraggiò; nel comune di Cantello è prevista la realizzazione di una nuova rotatoria sulla Strada Provinciale 3.
Inoltre è stata concordata l’asfaltatura delle strade percorse dai mezzi di cantiere; nel comune di Induno Olona ci sarà, invece, la costruzione di una nuova rotatoria stradale in zona centro commerciale “Esselunga”, l’ampliamento di un tratto della via Cesariano, la trasformazione in pista ciclabile del sedime della galleria ferroviaria non più in uso e l’asfaltatura delle strade percorse dai mezzi di cantiere.
Alla firma erano presenti Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia, Nicola Gunnar Vincenzi, Presidente della Provincia di Varese nonché Sindaco di Cantello, Angelo Pierobon, Sindaco di Arcisate, Marco Cavallin, Sindaco di Induno Olona e Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana. C’era inoltre Alessandro Sorte, assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]