Dalle stelle gialle per gli ebrei alle porte rosse per i rifugiati: "l'apartheid" è inglese però

20 gennaio 2016 ore 16:36, intelligo
La notizia è choc, impressionante, sembra di tornare indietro nel tempo a quando dai nazisti venivano fatte indossare agli ebrei quelle stelle gialle indentificative. E' stato un deputato locale che ha paragonato l'Inghilterra alla Germania nazista ed è dovuto intervenire il governo di David Cameron. 
Il Times lancia l'accusa di un caso di "apartheid" nel nord-est dell'Inghilterra. 
Chi ha tinto di rosso le porte delle abitazioni nella zona di immigrati e rifugiati che hanno fatto domanda di asilo nel Regno Unito? Perchè è necessario distinguerle dalle altre? Se accoglienza deve essere, accoglienza sia. Altrimenti meglio chiudere le "porte" dei Paesi e non tingerle di rosso "razzismo".

Il punto è che la cosa non passa inosservata e nella città di Middlesbrough ci sono stati episodi di vandalismo e violenze da parte di gruppi razzisti che si sono scagliate contro le case a colpi di pietre e uova. non mancano ovviamente le scritte xenofobe. Secondo il Times le case della società Jomast, che a sua volta lavora per il gruppo G4S, che gestisce una serie di appalti per l'Home Office nell'ambito della sicurezza e dei richiedenti asilo, non ha pensato a quel che poteva accadere facendo una scelta del genere. 
Alla fine il risultato è stato quello di attirare violenza e anche polemiche. A quel punto il gruppo G4S in un comunicato ha deciso di ridipingere diversamente le porte di quelle case dopo la condanna James Brokenshire, sottosegretario all'Immigrazione, che si è detto "fortemente preoccupato". 
L'ispezione ora è d'obbligo ma anche un po' di buon senso sarebbe servito. 

Dalle stelle gialle per gli ebrei alle porte rosse per i rifugiati: 'l'apartheid' è inglese però

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]