Sky non è "proprietà privata": il gioco che doveva cambiare nome batte il colosso Tv

20 giugno 2016 ore 12:38, Americo Mascarucci
Hello Games ha concluso vittoriosamente una causa legale che la vedeva contrapposta a Sky. 
Il motivo? Il nome del noto broadcaster satellitare all'interno del prossimo titolo dello sviluppatore: "No Man's Sky". Sembra che Sky, la celebre piattaforma televisiva, si sia lamentata della parola "sky" contenuta nel titolo, in quanto già identificabile non solo con l'emittente in sé, ma anche con il dispositivo Sky TV. 
Lo sviluppatore di No Man's Sky, Sean Murray, ha reso noto l'esito positivo della battaglia legale con un messaggio su Twitter. 
Sky non è 'proprietà privata': il gioco che doveva cambiare nome batte il colosso Tv
Adesso il team inglese potrà utilizzare la parola Sky.
Murray si è detto molto soddisfatto dell'esito della causa, non così scontato dal momento che Microsoft ha dovuto cambiare il nome di Skydrive in Onedrive proprio per evitare una dispendiosa battaglia a suon di avvocati e tribunali. 

La contesa è andata avanti per oltre tre anni ed è stata tenuta nascosta da entrambe le parti, fino al momento della vittoria di una delle due. 
La causa giudiziaria sarebbe all'origine del posticipo, da giugno ad agosto, dell’uscita di No Man’s Sky uno dei titoli più attesi dell'anno che si porta dietro una serie di rinvii, dovuti a contrattempi e imprevisti, che hanno fatto slittare la data di uscita più volte fino ad oggi, contribuendo a far diminuire l'hype di molti videogiocatori.
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]