Oltre l'aquila, l'impronta digitale è il nuovo segno distintivo di Emporio Armani

20 giugno 2016 ore 17:38, Micaela Del Monte
La parola chiave per Armani questa stagione è l'impronta digitale. Un modo per sottolineare l'identità del brand e non solo, identità che è stata resa nel migliore dei modi come sempre anche grazie ai dettagli, ai colori e alle texture utilizzate.
L'impronta digitale in questo caso è l'emblema della primavera/estate 2017 di Emporio Armani: stampata, ricamata, intagliata, estesa fino a diventare tessitura jacquard. Forme essenziali e performanti, nel quale i capi si ispirano allo sportswear, ma sono realizzati con materiali nobili.

Oltre l'aquila, l'impronta digitale è il nuovo segno distintivo di Emporio Armani
"Oggi più che mai è importante ribadire la propria identità -
ha spiegato Giorgio Armani - perché c'è una grande confusione, non c'è riconoscibilità ma un seguire le tendenze". L'uomo Emporio invece ha un'identità chiara, fatta di capi lineari con piccoli interventi a sorpresa come le bretelle e i foulard, ma anche di colori sorprendenti come il rosso. Niente comunque sfiora mai l'eccesso perché "non bisogna mai creare imbarazzo - ammonisce Armani - in chi ci guarda". 

Ecco quindi pantaloni dalla linea morbida, blouson accostati al corpo, giacche leggerissime e rilassate con motivi a ramage floreali, bluse con l'aquilotto stilizzato, nei toni del blu e del verde. Sportivi gli accessori, dagli zaini ai sandali. E sportive le uscite finali con short e camicie in bianco e nero. Tutto è tipico dell'Emporio, anche la palette di colori scelta: i blu navy, i blu denim, i verdi urbani abbinati ai grigi, con punte di rosso, arancio, blu elettrico che illuminano il tutto. Personalizzazione come identità anche per gli accessori: stringate e sandali senza peso dall’aspetto solido, borse e zaini dal sapore contempora
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]